L’INAIL ha fornito un rapporto sul numero di incidenti sul lavoro che hanno avuto luogo nel 2006 e ha rilevato che gli incidenti sono complessivamente diminuiti, ma in modo meno rilevante
rispetto alle aspettative.
Gli infortuni sul lavoro, infatti, sono stati 935.500 circa ed hanno registrato un calo dello 0,5% rispetto al 2005, quando erano scesi del 2,8%.
L’INAIL, inoltre, ha registrato un andamento irregolare del numero di incidenti nel corso dell’anno: il primo trimestre del 2006 si è caratterizzato per una preoccupante crescita del
3,4%, seguito da una progressiva diminuzione nei semestri successivi.
Il calo è stato più rilevante nel Nord e nel Mezzogiorno. A livello di settori, il comparto agricolo ha registrato un -4%, accompagnato da una certa stabilità in quello
industriale.
Ma, per aver un quadro completo della situazione, l’ISTAT ha cercato di valutare, attraverso le opportune stime, il numero di infortuni che colpisce i lavoratori irregolari: secondo i calcoli
sarebbero 113 mila gli infortuni con diritto di indennizzo, che diventerebbero 180 mila considerando anche i casi denunciati non seguiti da risarcimento e 200 mila tendendo conto degli
“infortuni in itinere”.