Davisto, un ristorante piemontese a Nizza. Dalla Bagna càuda al bollito

Davisto, un ristorante piemontese a Nizza. Dalla Bagna càuda al bollito

Se non avete fretta e volete assaporare i piatti tipici della cucina piemontese, nel cuore di Nizza, a due passi dalla celebre Promenade des Anglais (in questi giorni occupata dalle tribune per assistere alla Battaglia dei Fiori) portatevi al 17 di Rue Saint Philippe, una parallela del Boulevard Gambetta dove troverete un piccolo ma accogliente locale (30 posti). E’ il Ristorante “Davisto”, -che sta per Davide e Fausto- i due proprietari e unici occupati (cuoco e maître).      

Sono due anni da quando sono state tirate su le saracinesche. A invogliare i due soci (gestivano già da 8 anni il Ristorante “Senza Pensieri” su un cucuzzolo vicino a Alba) furono dei clienti francesi e il fatto che d’inverno i clienti scarseggiavano mentre le tasse e tutto il resto correvano. Fu così che si misero alla ricerca di locali che fossero frequentabili anche nei giorni feriali in particolar modo da chi lavora a Nizza. Tantoche oggi all’ora di pranzo è necessario prenotare (il loro orario di apertura va dal martedì alla domenica, con chiusura oltre al lunedì il sabato a mezzogiorno) sia per i prezzi contenuti, ma soprattutto per la qualità dei piatti. A prepararli è Davide seguendo sia i canoni della cucina tradizionale italiana che quella tipica piemontese, che va per la maggiore.

I prodotti -freschissimi- provengono dal Piemonte, dalla Liguria e finanche dalla Toscana . La carne è piemontese doc, mentre il pesce arriva da Sanremo e l’olio d’oliva  extra vergine dalla  Costa dei Fiori. Non mancano nei periodi di raccolta i tartufi di Alba e i funghi porcini, così come le altre primizie ortofrutticole che Davide trasforma al momento in piatti  da leccarsi i baffi; niente da stupirci per l’attesa.

Egli infine riesce a fare dei dolci e delle creme che solo nelle più raffinate pasticcerie è possibile trovare.

Per i vini non c’è che l’imbarazzo della scelta mentre troviamo ai primi posti il barolo, il barbera,il nebiolo e gli altri vini tra i più celebri d’Italia con accanto alcuni francesi tra quest’ultimi i rosati della Provenza.

Se a fare la prenotazione è un gruppetto possono essere richieste la bagnacauda, i bolliti e altre esclusive pietanze sia delle Langhe che di altre parti del Piemonte.

Dunque avanti  “Davisto” per mangiare sano, buono e da… veri Principi, anche se non Sabaudi.

Per saperne: “Davisto” tel 0033.(0)4 9210857

Bruno Breschi
inviato Newsfood.com

 

Related Posts
Comments ( 2 )
  1. davide quatela
    3 Marzo 2014 at 3:25 pm

    grazie mille per l articolo ………………

    staff davisto

  2. Giuseppe Danielli
    4 Marzo 2014 at 1:53 pm

    Il merito è della vs buona cucina e del nostro inviato a Nizza, Bruno Breschi, che vi ha scoperto (Redazione Newsfood.com)

Leave a reply