Sulla GU n. 105 dell’8 maggio 2007 è stato pubblicato il decreto 7 marzo 2007, n. 58 del Ministero dello Sviluppo Economico che ha stabilito il regolamento recante l’identificazione dei
dati sensibili e giudiziari trattati e delle relative operazioni effettuate da detto Ministero, in attuazione degli articoli 20 e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
Il regolamento comprende 9 allegati, in cui vengono definiti i dati sensibili e giudiziari per cui è consentito il trattamento e le operazioni eseguibili, in riferimento alle
finalità perseguite che abbiano rilevante interesse pubblico.
Il regolamento stabilisce che i dati sensibili e giudiziari identificati debbano essere trattati dopo la verifica della loro pertinenza, completezza e indispensabilità rispetto alle
finalità perseguite nei singoli casi e soprattutto quando la raccolta non avvenga presso l’interessato.
Le operazioni di interconnessione e comunicazione individuate nel regolamento, inoltre, sono lecite solo se sono indispensabili allo svolgimento degli obblighi per il perseguimento delle
finalità di rilevante interesse pubblico e nel rispetto delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali, nonchè degli altri limiti stabiliti dalla legge e dai
regolamenti.

Decreto 7 marzo 2007, n. 58, “Regolamento recante identificazione dei dati sensibili e giudiziari trattati e delle relative operazioni effettuate dal Ministero dello sviluppo economico, in
attuazione degli articoli 20 e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196”.
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Decreto 7 marzo 2007, n. 58, allegati
Scarica il documento completo in formato .Zip