Decreto 7 marzo 2007

Gazzetta Ufficiale n. 105 dell'8 Maggio 2007.

post 1178668800 border 1505952000

Sulla GU n. 105 dell’8 maggio 2007 è stato pubblicato il decreto 7 marzo 2007 della Presidenza del Consiglio dei Ministri che rende note le modalità applicative dell’articolo 1,
comma 11, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, in materia di assegni familiari.
L’art. 1, comma 11 della Finanziaria, infatti, stabilisce:
Alla disciplina vigente dell’assegno per il nucleo familiare sono apportate le seguenti modificazioni:
a) i livelli di reddito e gli importi annuali dell’assegno per il
nucleo familiare, con riferimento ai nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili nonche’ ai nuclei familiari con un solo
genitore e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili, sono rideterminati a decorrere dal 1° gennaio 2007 secondo la Tabella 1 allegata alla presente legge. Sulla
base di detti importi annuali, sono elaborate a cura dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) le tabelle contenenti gli importi mensili, giornalieri, settimanali, quattordicinali
e quindicinali della prestazione;
 
b) a decorrere dal 1° gennaio 2007 gli importi degli assegni per tutte le altre tipologie di nuclei familiari con figli sono rivalutati del 15 per
cento;
c) i livelli di reddito e gli importi degli assegni per i nuclei con figli di cui alle lettere a) e b) nonche’ quelli per i nuclei
senza figli possono essere ulteriormente rimodulati secondo criteri analoghi a quelli indicati alla lettera
a), con decreto interministeriale del Ministro delle politiche per la
famiglia e del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro della solidarieta’ sociale e con il Ministro dell’economia e delle finanze, anche con riferimento alla
coerenza del sostegno dei redditi disponibili delle famiglie risultante dagli assegni per il nucleo familiare e dalle detrazioni ai fini dell’imposta sul reddito delle persone
fisiche;
d) nel caso di nuclei familiari con piu’ di tre figli o equiparati di eta’ inferiore a 26 anni compiuti, ai fini della determinazione dell’assegno rilevano al pari
dei figli minori anche i figli di eta’ superiore a 18 anni compiuti e inferiore a 21 anni compiuti purche’ studenti o apprendisti;
e) restano fermi i criteri di
rivalutazione dei livelli di reddito familiare di cui all’articolo 2, comma 12, del decreto-legge 13 marzo 1988, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 maggio 1988, n. 153, che
trovano applicazione a decorrere dall’anno 2008.

Il decreto 7 marzo 2007, dunque, ha decretato che, a decorrere dal 1° gennaio 2007, l’assegno per il nucleo familiare per i nuclei con entrambi i genitori o con un solo genitore e con
almeno un figlio minore, che includano soggetti inabili, non può essere inferiore, a parità di reddito e di composizione numerica, a quello corrisposto agli equivalenti nuclei che
non includono soggetti inabili.

Decreto 7 marzo 2007, “Modalità applicative dell’articolo 1, comma 11, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, in materia di assegni familiari”
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Categorie

Nessun commento

Nessun commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Decreto 7 Marzo 2007

Gazzetta Ufficiale n. 79 del 4 Aprile 2007.

post 1176076800 border 1505952000

Sulla Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 2007, n. 79 è stato pubblicato il decreto 7 marzo 2007 del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, recante disposizioni in merito
adeguamento del contributo individuale dovuto dagli iscritti al Fondo di previdenza del clero e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica, relativo all’anno
2005.
Il decreto in particolare stabilisce che il suddetto contributo passi da Euro 1.413,00 a Euro 1.439,88 annui con decorrenza 1 gennaio 2005.

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, Decreto 7 marzo 2007
Adeguamento del contributo individuale dovuto dagli iscritti al Fondo di previdenza del clero e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica, relativo all’anno
2005.
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Categorie

Nessun commento

Nessun commento!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *