Con D.M. 8 giugno 2007, pubblicato nella G.U. 18 giugno 2007, n. 139, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha definito criteri e modalità per la concessione di contributi per
l’acquisto dei PC da parte di collaboratori coordinati e continuativi e di collaboratori a progetto, in attuazione di quanto disposto nella legge Finanziaria 2007.

Ai beneficiari, che sono i cittadini italiani residenti in Italia ed iscritti all’Anagrafe tributaria di età non superiore ai 25 anni compiuti nel corso dell’anno 2007, che abbiano in
atto un co.co.co. o un co,co.pro. che acquistano un PC di qualsiasi prezzo, marca e configurazione è concesso all’atto dell’acquisto un contributo di 200 euro.

Il requisito della titolarità di uno dei contratti deve essere posseduto all’atto dell’acquisto del PC, ma possono accedere al contributo anche i titolari di un contratto scaduto nel
periodo intercorrente tra il 1° gennaio 2007 e il sessantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto.
I beneficiari che intendono conseguire il contributo devono recarsi presso uno dei rivenditori che aderiscono all’iniziativa.

I beneficiari sono tenuti ad esibire al rivenditore il proprio tesserino di codice fiscale ovvero la tessera sanitaria rilasciata dall’Agenzia delle entrate del Ministero dell’economia e delle
finanze, nonché la carta di identità o altro valido documento di riconoscimento ai fini della identificazione personale ed a fornire gli estremi del contratto di lavoro indicando
i dati del datore di lavoro.

Il contributo viene corrisposto mediante una riduzione dell’importo di 200 euro dal prezzo complessivo di acquisto del PC, IVA inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale.

Decreto 8 giugno 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf