Il 30 giugno si avvicina e con esso il termine per scegliere la destinazione del TFR futuro.
E’ una scelta importante e per certi versi complicata e spesso i lavoratori hanno bisogno di conoscere meglio il tema e approfondirlo.
Per questo motivo il Governo ha fissato lo stanziamento di una notevole somma per la realizzazione di apposite campagne informative sulla destinazione del TFR e sulla previdenza
complementare.
A stabilirlo è stato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 febbraio 2007 (pubblicato sulla GU n. 80 del 5 aprile 2007), recante disposizioni in merito alla
“Ripartizione e destinazione delle risorse per la realizzazione di campagne sul TFR, autorizzate dall’articolo 1, comma 765, della legge 27 dicembre 2006, n. 296”.
Il decreto ha disposto lo stanziamento di:
– 8,5 milioni di euro per la realizzazione delle campagne informative e delle attività di comunicazione istituzionale, di cui: al massimo 700 mila per attività di monitoraggio e
valutazione dell’efficacia delle campagne informative; al massimo 800 mila per la stipula di convenzioni al fine di assicurare in ogni caso lo svolgimento tempestivo di attività di
informazione e di comunicazione istituzionale; al massimo 1 milione per progettazione e alla produzione delle campagne informative; al massimo 6 milioni di euro per l’acquisto degli spazi sui
mezzi di comunicazione;
– 8,5 milioni di euro per gli oneri derivanti dall’attuazione delle procedure di espressione della volontà dei lavoratori da parte di enti istituzionali che svolgono funzioni relative
alla previdenza complementare; di organizzazioni sindacali e datoriali rappresentative a livello nazionale; del Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Non più del 3%
dell’importo può essere destinato alla copertura degli oneri derivanti dall’utilizzazione di personale ed esperti, anche con contratto a tempo determinato.

Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, 7 febbraio 2007
Scarica il
documento completo in formato .Pdf