Con decreto dirigenziale del 22 febbraio 2007, pubblicato nella G.U. del 28 febbraio 2007, n. 49 il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato le Tabelle A e B dei diritti di segreteria
dovuti alle Camere di Commercio, aggiornamento che decorre dal 1° marzo 2007.
Tra le novità è stato istituito il diritto di segreteria per l’estrazione degli elenchi delle imprese, per la consultazione del Registro informatico dei protesti tramite il
sistema Telemaco ed un diritto di segreteria per lo stesso, definito Scheda dati di lavoro, Inoltre è stata riformulata la Voce 29 per il rilascio informatico di elenchi.

Ministero dello Sviluppo Economico
DECRETO 22 febbraio 2007
Aggiornamento ed istituzione di diritti di segreteria delle camere di commercio e relativa approvazione delle tabelle A e B.

IL DIRETTORE GENERALE del commercio, delle assicurazioni e dei servizi del Ministero dello sviluppo economico di concerto con L’ISPETTORE GENERALE CAPO dell’ispettorato generale di finanza
delle pubbliche amministrazioni del Ministero dell’economia e delle finanze.
Visto l’art. 18, comma 2, della legge 29 dicembre 1993, n. 580, secondo cui le voci e gli importi dei diritti di segreteria sull’attivita’ certificativa per le iscrizioni in ruoli, elenchi,
registri e albi tenuti dalle camere di commercio sono modificati ed aggiornati con decreto del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, di concerto con il Ministro del tesoro,
tenendo conto dei costi medi di gestione e di fornitura dei relativi servizi e tenuto, altresi’, conto dell’art. 13, commi 13 e 14, della legge 24 dicembre 1993, n. 537;
– Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e in particolare l’art. 16, concernente l’attribuzione delle funzioni dei dirigenti di uffici dirigenziali generali;
Visto il decreto interministeriale 22 dicembre 1997 concernente l’approvazione delle misure dei diritti di segreteria per atti o servizi connessi alla gestione del registro delle imprese e
degli altri ruoli, registri e albi e in genere per i servizi adottati o resi dalle camere di commercio e dagli uffici provinciali dell’industria, del commercio e dell’artigianato;

Visti i decreti dirigenziali interministeriali 18 febbraio 1999, 23 marzo 2000, 15 maggio 2001, 30 ottobre 2001 e 10 giugno 2003 che hanno apportato modificazioni ed integrazioni alle tabelle A
e B, allegate al decreto interministeriale 22 dicembre 1997;
 Visto il decreto dirigenziale interministeriale 29 novembre 2004 con il quale sono state aggiornate le misure dei
diritti di segreteria per servizi svolti dalle camere di commercio, di cui alle tabelle A e B allegate al decreto interministeriale 22 dicembre 1997;
– Visti il decreto dirigenziale
interministeriale 29 luglio 2005 e il decreto dirigenziale interministeriale 10 febbraio 2006 con i quali sono state apportate modifiche alle tabelle A e B; Visto l’art. 2 del decreto 9 agosto
2000, n. 316, che prevede la pubblicazione dell’elenco ufficiale dei protesti da parte delle camere di commercio mediante il registro informatico;
– Ritenuto necessario istituire il
diritto di segreteria per la consultazione del registro informatico dei protesti tramite il sistema Telemaco; Constatata la necessita’ di istituire un diritto di segreteria per un nuovo
servizio fornito dal sistema Telemaco, definito «scheda dati di lavoro»;
– Ritenuto necessario prevedere un diritto di segreteria per l’estrazione dal
registro imprese degli elenchi delle imprese con il sistema telematico; – Ritenuto opportuno ridurre il diritto di segreteria per la richiesta della «scheda persona»
tramite terminale remoto;
– Ritenuto necessario prorogare il termine concesso ai distributori per adeguare i propri sistemi informatici alla nuova configurazione del registro imprese;
 Decreta:

Art. 1.

Sono approvati gli importi dei diritti di segreteria di cui alle allegate tabelle A e B, che formano parte integrante del presente decreto. Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica ed entrera’ in vigore il 1° marzo 2007. Roma, 22 febbraio 2007

Il direttore generale: Spigarelli L’ispettore generale capo: Grisolia

Tabelle A e B
—-> Vedere immagini da pag. 35 a pag. 46
 <—-