Sulla GU n. 134 del 12 maggio 2007 è stato pubblicata la deliberazione 30 maggio 2007 della CONSOB, recante modifiche al regolamento per la disciplina degli intermediari finanziari.

Il regolamento stabilisce che i soggetti abilitati all’intermediazione assicurativa debbano fornire al contraente, prima della sottoscrizione della proposta o del documento contrattuale, le
seguenti informazioni:
a) la loro denominazione, la loro sede legale e i loro recapiti;
b) il riferimento al registro degli intermediari assicurativi in cui sono iscritti e l’indicazione dei mezzi esperibili per verificare che siano effettivamente registrati;
c) le procedure che consentono al contraente di presentare reclamo al soggetto abilitato all’intermediazione assicurativa o all’impresa di assicurazione, ovvero ricorsi ad organi di risoluzione
stragiudiziale delle controversie;
d) ogni eventuale partecipazione, diretta o indiretta, superiore al 10% del capitale sociale o dei diritti di voto in imprese di assicurazione;
e) ogni eventuale partecipazione, diretta o indiretta, superiore al 10% del capitale sociale o dei diritti di voto del soggetto abilitato all’intermediazione assicurativa detenuta da imprese di
assicurazione;
f) con riguardo al prodotto finanziario assicurativo proposto, devono precisare:
1) se forniscono consulenze basate su un’analisi imparziale: i soggetti abilitati all’intermediazione assicurativa, infatti, sono tenuti a fondare le proprie valutazioni su un numero
sufficientemente ampio di contratti disponibili sul mercato al fine di consigliare un prodotto idoneo a soddisfare le richieste del contraente;
2) se, in virtu’ di un obbligo contrattuale, siano tenuti a proporre esclusivamente i contratti di una o piu’ imprese di assicurazione, dovendo in tal caso specificare la denominazione di tali
imprese;
3) se non siano vincolati a proporre esclusivamente i contratti di una o piu’ imprese di assicurazione e non forniscano consulenze fondate sull’obbligo di fornire un’analisi imparziale. In tal
caso comunicano, su richiesta del contraente, la denominazione delle imprese di assicurazione con le quali hanno o potrebbero avere rapporti d’affari, fermo restando l’obbligo di avvisare il
contraente del diritto di richiedere tali informazioni.
Prima della conclusione di qualsiasi contratto avente ad oggetto prodotti finanziari assicurativi, i soggetti abilitati all’intermediazione assicurativa devono almeno precisare le richieste e
le esigenze di tale contraente e le ragioni su cui si fonda qualsiasi consulenza fornita su un determinato prodotto della specie. Tali precisazioni si articolano secondo la complessità
del contratto assicurativo proposto.
L’informativa, trasmessa con modalità cartacea o su altro supporto idoneo e duraturo entro 2 giorni dalla chiusura del contratto, deve essere fornita in modo corretto, esauriente e
facilmente comprensibile e in lingua italiana o in altra lingua concordata dalle parti.
Tale informativa può, tuttavia, essere anticipata verbalmente nel caso in cui sia necessaria una copertura immediata del rischio o se il contraente ne faccia richiesta.

All’interno dell’informativa, inoltre, i soggetti abilitati e le imprese di assicurazione devono fornire le seguenti informazioni:
a) gli obiettivi e le caratteristiche in relazione ai quali il prodotto o servizio è qualificato come etico o socialmente responsabile;
b) i criteri generali di selezione degli strumenti finanziari in virtù degli obiettivi e delle caratteristiche;
c) le politiche e gli obiettivi eventualmente perseguiti nell’esercizio dei diritti di voto connessi agli strumenti finanziari detenuti in portafoglio;
d) l’eventuale destinazione per iniziative di carattere sociale o ambientale di proventi generati dai prodotti offerti e dai servizi prestati e la relativa misura;
e) le eventuali procedure adottate per assicurare il perseguimento degli obiettivi, compresa la presenza di organi specializzati istituiti all’interno dei soggetti abilitati e delle imprese di
assicurazione e le relative funzioni;
f) l’adesione a codici di autoregolamentazione, promossi da soggetti specializzati.

CONSOB, deliberazione 30 maggio 2007

Scarica il documento completo in formato .Pdf