Con la deliberazione del 24 maggio 2007, il Garante per la protezione dei dati personali ha emanato una guida per le piccole e medie imprese per la corretta gestione semplificata degli
adempimenti in materia di privacy da parte delle piccole e medie imprese, ivi compresi i commercianti.

Tale provvedimento, pubblicato sulla G. U. del 21 giugno 2007, n. 142 è stato emanato dopo che il garante ha esaminato le richieste delle associazioni di categoria assistenti le piccole
e le medie imprese, nonché gli artigiani, in ordine agli adempimenti derivanti dalla disciplina di protezione dei dati personali.

A tale provvedimento ha fatto seguito il Comunicato stampa del 22 giugno 2007 con il quale il Garante ha ritenuto a precisare che, tra le questioni affrontate dalla guida, è stato
indicato come e quando informare clienti e dipendenti sull’uso dei loro dati personali, come soddisfare le richieste di accesso ai loro dati da parte degli interessati, ma anche aspetti legati
alla globalizzazione dei mercati e alla sempre maggiore necessità di trasferire dati personali all’estero.

Deliberazione del 24 maggio 2007 (G. U. n. 142 del 21 giugno 2007)
IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
Nella riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato,
componenti, e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale; Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (codice in materia di protezione dei dati personali) con particolare
riferimento all’art. 154, comma 1, lettera h); Esaminate le istanze provenienti da associazioni di categoria, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese, ivi compresi gli
artigiani, in materia di adempimenti derivanti dalla disciplina di protezione dei dati personali; Ritenuta l’opportunità di indicare, a tal proposito, linee di comportamento conformi al
codice e misure di semplificazione da questo previste in grado di fornire orientamenti utili per gli operatori economici nel rispetto dei diritti degli interessati; Rilevata l’esigenza che tale
quadro sia riassunto in una guida pratica, suscettibile di aggiornamento periodico e di cui verra’ curata la piu’ ampia pubblicita’ anche attraverso il sito Internet dell’Autorita’ (http://www.garanteprivacy.it); Viste le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell’art. 15 del regolamento del Garante n.
1/2000; Relatore il dott. Giuseppe Fortunato; Delibera: 1. Ai sensi dell’art. 154, comma 1, lettera h), del codice, di adottare il documento “Guida pratica e misure di semplificazione per le
piccole e medie imprese”, allegato quale parte integrante della presente deliberazione (allegato 1). 2. Ai sensi dell’art. 143, comma 2, del codice, di trasmettere copia del presente
provvedimento al Ministero della giustizia – Ufficio pubblicazione leggi e decreti, unitamente alle menzionata “Guida pratica”, per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana. Roma, 24 maggio 2007 Il presidente Pizzetti Il relatore Fortunato Il segretario generale Buttarelli

—> vedere allegato da pag. 69 a pag. 85 della G.U. <—-

Comunicato stampa – 22 giugno 2007
Dal Garante privacy pronta una guida pratica per facilitare la vita di piccole e medie imprese
Come mettersi in regola con le norme sulla protezione dei dati in maniera semplice ed efficace
Quali sono le figure che in una impresa hanno la responsabilità sul corretto trattamento dei dati personali? Che cos’è la notifica al Garante e quando è necessario farla?
Quando si deve richiedere il consenso di dipendenti e clienti? Quali misure vanno adottate per mettere in sicurezza i dati, soprattutto quelli sensibili?
A queste e ad altre domande intende rispondere la “Guida pratica” messa a punto dal Garante per la protezione dei dati personali (pubblicata nella G.U. 21 giugno 2007, n. 142 e consultabile sul
sito del Garante www.garanteprivacy.it) per facilitare le piccole e medie imprese nell’assolvimento degli obblighi che la normativa sulla privacy impone a chi raccoglie, utilizza, conserva dati
personali.
La “Guida pratica e misure di semplificazione per le piccole e medie imprese”, pensata come uno strumento agile a domande e risposte, affronta tutti i problemi ai quali un imprenditore si trova
a dover far fronte quotidianamente e fornisce indicazioni sintetiche e soluzioni semplificate per un corretto trattamento dei dati personali. É inoltre integrata da un utile questionario
per un’immediata verifica, da parte degli imprenditori, delle eventuali criticità.
Tra le questioni affrontate dalla Guida, come e quando informare clienti e dipendenti sull’uso dei loro dati personali, come soddisfare le richieste di accesso ai loro dati da parte degli
interessati, ma anche aspetti legati alla globalizzazione dei mercati e alla sempre maggiore necessità di trasferire dati personali all’estero.
“Il Garante, con questa Guida, risponde alle esigenze di piccoli e medi imprenditori -dice Giuseppe Fortunato, relatore del provvedimento- innanzitutto per semplificare e facilitare la loro
vita, fornendo indicazioni utili per mettersi in regola senza ansia e burocrazia. Su questa linea il Garante intende anche proseguire, con spirito di piena collaborazione, un proficuo dialogo
con gli operatori economici. A tal fine è anche in preparazione un vademecum”.