Dieta SPF: frutta e verdura contro il sole

Dieta SPF: frutta e verdura contro il sole

Il sole, croce e delizia dell’estate. Da un lato, abbronza e fa aumentare il buon umore. Dall’altro, può essere causa di disturbi come tumori e cancro della pelle.

Tuttavia, la difesa è semplice e passa per la dieta Sun Protection Factor (o SPF).

Come spiegato dalla dottoressa Iasha Ali, dermatologa inglese intervistata dal Daily Mail, la dieta si basa su due elementi: il Sun Protection Factor (o SPF) ed il consumo frequente di alcune varietà di frutta e verdura. Vanno allora scelte uva nera, arance, peperoni (rossi, verdi e gialli), fichi, ribes nero, more, zucca , mirtilli ed arance.

Secondo la dottoressa Ali, frutta e verdura offrono così una preziosa integrazione alla crema solare, difendendo la pelle dal sole grazie agli antiossidanti e fornendo dosi preziose di vitamina D. Parlando di cifre, la dermatologa spiega come per ottenere un SPF10 di una crema, sfruttando solo una dieta, bisognerebbe consumare una porzione di cavolo e quasi un chilo di uva nera senza semi quotidianamente.

Questo ha suscitato lo scetticismo degli esperti, che hanno ricordato come poche persone consumino frutta e verdura in tali quantità. Perciò, essi consigliano ad eventuali amanti della dieta Sun Protection Factor di seguire un regime ad hoc prima di partire per le vacanze.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento