Roma, 28 settembre 2007 – Nella seduta di martedì scorso la giunta provinciale ha approvato la ri-programmazione delle risorse del Fondo regionale per i disabili, si tratta di
circa 180 mila euro da utilizzare nel corso dell’anno prossimo per migliorare gli interventi simili proposti finora.

Obiettivi: sostenere e rafforzare l’attività dei servizi della Provincia che si occupano di collocamento mirato e riconoscere incentivi economici ai datori di lavoro che si attiveranno
per l’assunzione di persone disabili.
Le voci più significative riguardano l’attivazione di borse lavoro a supporto di inserimenti lavorativi, per le quali sono disponibili 90 mila euro. A 20 mila euro ammontano invece le
risorse complessive per il rimborso dei tutor aziendali che affiancheranno il disabile in azienda. Di particolare interesse la possibilità di dare degli incentivi (complessivamente 16
mila euro) a datori di lavoro che trasformeranno il tirocinio in rapporto di lavoro: mille euro per quelli a tempo determinato, 3000 per quelli a tempo indeterminato.

Infine una quota sarà destinata a supportare gli uffici nelle attività propedeutiche all’inserimento lavorativo. Sono inoltre previste risorse per il trasporto al posto di lavoro
e per il rafforzamento delle competenze.
«Un intervento significativo – commenta l’assessore provinciale al lavoro Marisa Lucano – che dimostra l’impegno di questa amministrazione nel continuare a sostenere con forza il lavoro
difficile. Tutto ciò specie in un momento occupazionale delicato come quello attuale che, mai come prima, mette in evidenza la necessità di imparare a diversificare e rinnovare le
competenze e di reinventarsi ruoli e professionalità inedite per il Biellese».