Domani, a partire dalle ore 10.00, presso l’Auditorium del Liceo Ginnasio «Quinto Orazio Flacco», in Via Vaccaio a Potenza, si terrà un workshop formativo
per illustrare i dati raccolti nell’ambito del progetto Educa Rue, di cui la Provincia di Potenza è capofila.

Inserito nel programma Comunitario IEEA, il progetto si pone l’obiettivo di migliorare il rendimento energetico nel settore dell’edilizia, con particolare attenzione
all’edilizia scolastica, promuovendo la capacità degli operatori locali di guidare ed orientare le iniziative volte a promuovere il risparmio di energia per mezzo di misure
specifiche.

L’uso di strumenti di pianificazione e programmazione, nonché i piani di compenso e di sostegno, saranno armonizzati attraverso un processo di cooperazione e di
coordinamento che coinvolga tutti gli attori del governo locale, direttamente ed indirettamente interessati dalle azioni del progetto.

Educa Rue, curato dal settore Edilizia scolastica dell’Ente, è dunque finalizzato ad accelerare l’attuazione della direttiva europea sull’efficienza energetica
negli edifici degli Stati membri, a livello di enti locali, e a garantire la sua operatività all’interno delle varie legislazioni nazionali di riferimento.

Nell’ambito dell’iniziativa è inoltre prevista la possibilità di finanziare attività formative per i tecnici delle pubbliche amministrazioni, per
gli operatori del settore edile e per le scuole dell’obbligo e secondarie.

Proprio a questi soggetti, infatti, si rivolge il workshop formativo di domani.

Per il presidente della Provincia di Potenza, Sabino Altobello, «si tratta di un’originale sperimentazione di cui la Provincia di Potenza è capofila e da cui possono
emergere interessanti indicazioni da utilizzare nell’ambito della Conferenza dei Presidenti delle Province del Mezzogiorno sul risparmio energetico».

La Conferenza è l’organo costituito per dare attuazione al Patto tra le Province del Sud, coordinato da Altobello e finalizzato a definire le linee programmatiche di una
strategia energetica comune, dando impulso soprattutto allo sviluppo di fonti rinnovabili ed all’incremento dell’efficienza energetica.