Il nebbiolo è un vitigno ampiamente diffuso tra le montagne del nord Italia. Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia, possono vantare vaste coltivazioni di quest’uva profumata e nera. I suoi
vini presentano un profumo con note fruttate e di fiori secchi, di spezie. Al gusto il tannino è moderato.
Ma il Donatium è un nebbiolo davvero speciale. Ben strutturato, impreziosito nel gusto da spezie, da una scorza di arancio e da erbe di montagna. Una composizione unica, ancora
sconosciuta, che segna un legame strettissimo e inscindibile con la terra d’origine.
E’il primo vino di questo tipo realizzato in Valle d’Aosta, che si conferma in prima linea nelle attività vitivinicole italiane. Il gusto è robusto e tipico, la gradazione
alcolica intorno ai 15- 18 gradi. Il particolare aroma delle erbe di montagna consentirà inediti abbinamenti, per esempio con il cioccolato. Ma i produttori lo raccomandano anche come
digestivo.
Si occuperà della commercializzazione la società Cave di Donnas, cooperativa agricola specializzata nei rossi di carattere valdostani. Per poterlo assaggiare si dovrà
attendere fino a giugno, quando sarà messo in vendita.

Valentina d’Angella

www.montagna.org