Donne e vino per ossa più forti

Donne e vino per ossa più forti

Le donne che bevono un bicchiere di vino al giorno vedono le loro ossa diventare più robuste e meno vittime di osteoporosi.

Questo dicono le evidenze di una ricerca dell’University of East Anglia (Norwich) e del King’s College (Londra) in Gran Bretagna, pubblicata sul “American Journal of Clinical Nutrition”,
oltreché descritta dal quotidiano “Telegraph”.

La squadra britannica ha lavorato su 1000 donne, gemelle in post-menopausa residenti sul territorio nazionale. L’indagine si è mossa su due binari: da un lato, gli esperti hanno
interrogato le donne tramite questionari su preferenze alimentari ed alcoliche. Dall’altro, le gemelle hanno subito misurazioni di alcune ossa: spina dorsale, femore ed anca.

La combinazione dei due sistemi ha mostrato diverse dati.

Per cominciare, l’effetto benefico del vino: quelle che ne consumavano un bicchiere al giorno irrobustivano lo scheletro ed erano meno soggette ad osteporosi. Tale vantaggio arrivava solo dal
succo di Bacco, con gli altri alcolici (quasi) ininfluenti.

Riguardo poi i cibi solidi, netta bocciatura per la classica dieta inglese. Buone dosi di carni cotte, fritti e fagioli indebolivano le ossa, spianando la strada alla malattia. Diversamente,
frutta e verdura avevano un effetto protettivo, anche se limitato.

Tornando al vino, gli studiosi sono incerti sui modi della protezione: l’ipotesi più probabile coinvolge i polifenoli, antiossidanti che passano dall’uva alla bevanda.

Quello che è certo, ammonisce la ricerca, è che bere in maniera continua provoca danni alla salute.

FONTE: “Glass of wine ‘strengthens the bones'”, Telegraph, 18/10/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Related Posts
Leave a reply