Domani sabato 29 Settembre al Cassero di Porta Galliera (Piazza XX Settembre) visita guidata alla Porta Monumentale e presentazione di un libro di Legambiente sulla Porta e le mura di
Bologna con il curatore del restauro; mostre sull’energia e le fonti rinnovabili; sfida ai cittadini a riconoscere la differenza fra acqua gasata e acqua dell’acquedotto; degustazione di
prodotti biologici, pittori e artisti in diretta; raccolta dei voti per contro la contaminazione da Organismi Geneticamente Modificati nelle coltivazioni e negli alimenti da parte della
Coalizione Liberi da OGM di cui Legambiente fa parte insieme con altre 27 associazioni italiane.

E’ ormai in pieno svolgimento il week End di “Puliamo il Mondo 2007” l’iniziativa di pulizia di parchi, aree verdi, ambiti fluviali e aree urbane, organizzata in tutta Italia da
Legambiente. Si tratta dell’edizione italiana di “Clean Up the World”, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.

A Bologna Legambiente Emilia-Romagna ha deciso di supportare le giornate di Puliamo il Mondo con una serie di iniziative raggruppate nella “3 giorni del cigno”. In Piazza XX Settembre
(Porta Galliera) è in corso una 3 giorni di appuntamenti con l’ambiente, la vita, la storia e la voglia di futuro.

Sabato 29, dalle 16:00, visita guidata del suggestivo cassero di Porta Galliera con l’architetto Stefano Campagna, che ha curato il progetto di restauro di questa antica porta di Bologna e di
Piazza XX Settembre, a cui seguirà la presentazione del libro “Porta Galliera e le mura di Bologna” ed un buffet con prodotti tipici biologici.

Nell’occasione Porta Galliera si è dotata di mostre e di documentazione. Sarà visitabile la mostra realizzata per il “Sun Day” da Legambiente: costi, benefici e
agevolazioni previste per chi installa sulla propria casa un pannello solare termico o fotovoltaico; il Consorzio della Bonifica Renana dimostrerà la diversa capacità di
assorbimento dell’acqua da parte dei terreni naturali e artificializzati e, grazie alla collaborazione di Coldiretti, sarà possibile aderire alla campagna “Liberi da OGM”, contro
l’introduzione in Italia degli organismi geneticamente modificati.

Si stanno già dispiegando fino a Domenica 30 in tutta la regione centinaia di iniziative. Sono 210 i luoghi (parchi, aree verdi, ambiti fluviali, aree urbane) nei quali scolaresche,
gruppi di scout, guardie ecologiche, cittadini e intere comunità, realizzeranno azioni dirette di pulizia di strade, parchi, golene fluviali, spiagge, dune litoranee fra le quali
spiccano alcuni appuntamenti di particolare rilevanza: A Bologna e dintorni sono stati fissati da Legambiente (Circoli di Bologna e Casalecchio), in collaborazione con amministrazioni
comunali e aziende di raccolta, appuntamenti in riva al Parco della Chiusa (Talon) a Casalecchio di Reno; al Paleotto di Rastignano, a S. Lazzaro sul Fiume Savena e a Rivabella sul Fiume
Lavino;
a Medicina, dove Legambiente locale in collaborazione con le scuole medie e l’Amministrazione Comunale operatori pubblici e volontari istruiranno i ragazzi sulle pratiche da
seguire per un conferimento corretto dei materiali alla stazione ecologica per poi sostituire per il resto della mattinata gli operatori nella gestione della stazione ecologica di Via S.
Rocco.
A Parma dove, in collaborazione con il Comune, verrà ripulita l’area golenale del torrente Parma, tra il ponte della ferrovia e la tangenziale nord.
A Ravenna e dintorni dove sono previste iniziative per tutti e 3 i giorni di Puliamo il Mondo: domani sabato verrà ripulita l’area della pista ciclabile attorno alla Basilica
di Classe
e domenica raduno generale per ripulire la pista ciclabile Ravenna – Punta Marina – Marina di Ravenna.
A Faenza, Reda e Granarolo, con la collaborazione di 850 studenti e insegnanti di 14 scuole elementari e medie, verranno ripuliti parchi pubblici e i prati delle scuole,
mentre domenica i volontari ripuliranno gli argini del fiume Lamone
A Varano de’ Melegari (PR), il Circolo Legambiente di Fornovo, in collaborazione con il Comune e gli
alunni della scuola secondaria, ripulirà la sponda sinistra del Torrente Ceno.
A Comacchio, verranno ripulite le dune situate davanti al Camping Florenz di Lido degli Scacchi il cui proprietario da anni collabora alla tutela di uno dei pochi cordoni dunosi
sopravvissuto alla cementificazione selvaggia avvenuta negli ultimi decenni in quell’area. La giornata assume particolare rilievo in quanto l’iniziativa è organizzata da Legambiente con
la collaborazione del proprietario del camping e delle amministrazioni comunali del Delta del Po.