Gli interessi di mora non saranno applicati al pagamento della prima rata dei contributi avvenuto dopo il 29 febbraio.
Lo ha reso noto l’Enpaf che, con la nota prot. 820 del 28 febbraio 2008, ha preso atto dei ritardi nel recapito dei bollettini bancari per il pagamento dei contributi previdenziali ed
assistenziali relativi al 2008 causato dalle nuove procedure in uso presso l’Istituto di credito incaricato delle spedizioni.
L’Ente, dunque, ha reso noto che gli iscritti possono versare l’importo dovuto per la prima rata di contribuzione anche nei giorni immediatamente successivi alla ricezione dei bollettini senza
vedersi comminare alcun tipo di sanzione o interesse.

Enpaf, nota prot. 820 del 28 febbraio 2008