Esplode un treno a Viareggio, 13 morti e 50 feriti

Esplode un treno a Viareggio, 13 morti e 50 feriti

Almeno 13 morti tra cui, sembra, un bimbo trovato carbonizzato, 35 persone gravemente ustionate, alcune nel 90% del corpo, un’altra ventina ferite, 3 bambini e un uomo estratti vivi dalle
macerie e due palazzine crollate.

Questo il bilancio (provvisorio) per una violenta esplosione, iniziata alle 23.50 circa del 29 giugno, del treno merci 50325 Trecate-Gricignano: una sorta di bomba, di due vagoni di un
convoglio merci contenenti gas gpl avvenuta intorno alla mezzanotte vicino alla stazione di Viareggio (Lucca), situata nel centro città.

Drammatici i resoconti dei primi soccorritori: “Ho sentito un esplosione e sono uscito in strada insieme ad altri volontari. Ci siamo trovati le fiamme di fronte a noi e, purtroppo, un corpo
carbonizzato a terra. E’ stata una scena terrificante”
ricorda un Volontario della Croce verde la cui sede è stata danneggiata dalle fiamme; ancora più diretto il sindaco di
Viareggio, Luca Lunardini ” Abito vicino al luogo dove c’e’ stato l’incidente: ho visto una scena apocalittica”.

In moto la macchina dei soccorsi, coordinati dall’ inviato del Viminale Antonio Gambardella, ancora impegnati a spegnere le fiamme ed a mettere in sicurezza altri vagoni per evitare altre
esplosioni.

Ancora incerta la ricostruzione del disastro.

Secondo i macchinisti del convoglio (miracolosamente salvi) il convoglio stava procedendo ad una velocità di 90 km/h, perciò inferiore al limite di 100.

In base ai dati finora raccolti, un portavoce delle Ferrovie dello Stato afferma come la causa più probabile sia stata il cedimento di un carrello.

In una nota ufficiale, i tecnici di Trenitalia come tale cedimento abbia provocato il deragliamento in sequenza di almeno 5 vagoni.

Tale incidente avrebbe poi causato la fuoriuscita (e la seguente esplosione) del gas Gpl contenuto nelle cisterne.

Al momento della partenza, sottolinea inoltre Trenitalia, il convoglio era stato controllato e non presentava nessuna anomalia.

GUARDA il video 1

GUARDA il video 2

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply