Domenica 30 marzo 2008 si è avviata la fase finale del processo di allargamento dell’Unione Europea con la soppressione dei controlli alle frontiere aeree di Estonia, Repubblica Ceca,
Lituania, Ungheria, Lettonia, Malta, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

Aboliti dunque i controlli tra questi paesi e i 15 vecchi Stati firmatari degli accordi Schengen che hanno seguito la precedente soppressione delle frontiere terrestri e marittime, avvenuta il
21 dicembre 2007.

Da oggi sarà possibile viaggiare da un aeroporto all’altro dello spazio Schengen allargato senza ulteriori formalità, abbattendo le file e agevolando le procedure per i cittadini
dell’Unione e di altri paesi in viaggio aereo nello spazio Schengen.

Mantenuti, invece, i controlli di identità effettuati dalle compagnie aeree ai check-in e all’imbarco, al pari dei normali controlli di sicurezza.