L’Agenzia del Territorio è intervenuta per fare chiarezza sulla possibilità, per colui che ha richiesto il finanziamento a medio-lungo termine, di chiederne l’estinzione
anticipata prime che decorrano i termini minimi previsti dall’art. 15 del D.P.R. 601/73.

A tal fine nella circolare n. 6 del 2006, emessa il 5 dicembre, sono state citate la sentenza della Corte di Cassazione del 26 maggio 2005, n. 11165 e l’intervento consultivo dell’Avvocatura
Generale di Stato, del 3 ottobre 2006.

Dopo aver analizzato l’attuale situazione normativa, pertanto, l’Agenzia ha affermato che la presenza nei contratti di finanziamento a medio e lungo termine di clausole che consentono
espressamente al soggetto finanziato di risolvere anticipatamente il rapporto attraverso l’estinzione del debito prima che decorra la durata minima stabilita dall’art. 15 del D.P.R. 601/73
determina l’incompatibilità di tali convenzioni con il regime tributario da questo disciplinato.

Direzione agenzia del territorio – circolare n. 6/2006 – prot. N° 8749

Scarica il documento completo in formato .Pdf