Etichettatura bevande alcoliche: nuove norme europeee

Etichettatura bevande alcoliche: nuove norme europeee

Rapporto sull’etichettatura obbligatoria con lista degli ingredienti e valore nutrizionale delle bevande alcoliche
Informazione ai consumatori sugli alimenti – Regolamento Europeo

Si ricorda anzitutto che è obbligatorio indicare il tenore di alcol, in volume, sulle bevande ove esso superi l’1,2%. È altresì doveroso comunicare gli ingredienti allergenici eventualmente presenti

Il REGOLAMENTO (UE) N. 1169/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 ottobre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, prevedeva che: “…Entro il 13 dicembre 2014, la Commissione stila una relazione sull’applicazione dell’articolo 18 e dell’articolo 30, paragrafo 1, ai prodotti di cui al presente paragrafo e intesa a chiarire se alcune categorie di bevande alcoliche debbano essere in futuro esentate, in particolare, dall’obbligo di fornire le informazioni relative al valore energetico, precisando altresì i motivi che giustificano eventuali deroghe, tenuto conto della necessità di assicurare la coerenza con altre politiche pertinenti dell’Unione. In tale contesto la Commissione valuta l’esigenza di proporre una definizione di «alcopops».

La Commissione correda tale relazione di una proposta legislativa che stabilisce, se del caso, le regole relative all’elenco degli ingredienti o alla dichiarazione nutrizionale obbligatoria per tali prodotti. ”.
( http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:02011R1169-20140219&qid=1445868127771&from=IT )

Seppure con un rilevante ritardo, tale relazione ha infine visto la luce:
REPORT FROM THE COMMISSION TO THE EUROPEAN PARLIAMENT AND THE COUNCIL regarding the mandatory labelling of the list of ingredients and the nutrition declaration of alcoholic beverages
( http://ec.europa.eu/food/sites/food/files/safety/docs/fs_labelling-nutrition_legis_alcohol-report_en.pdf )

“ Si ricorda anzitutto che è obbligatorio indicare il tenore di alcol, in volume, sulle bevande ove esso superi l’1,2%. È altresì doveroso comunicare gli ingredienti allergenici eventualmente presenti. Ed è possibile citare il valore energetico, su base facoltativa. A livello internazionale tra l’altro, il Codex Alimentarius non prevede deroghe di sorta a favore degli alcolici. … La Commissione conclude perciò il suo papello – con buona pace delle premesse e dei mandati ricevuti – senza alcuna proposta. Limitandosi a richiedere alle associazioni di categoria di presentare entro un anno un rapporto sulle iniziative di auto-regolazione adottate. ”
(D. Dongo – Etichette delle bevande alcoliche, la Commissione conferma le deroghe su elenco ingredienti e tabella nutrizionale)
( http://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette-delle-bevande-alcoliche-deroghe/ )

Dott. Alfredo Clerici
Tecnologo Alimentare

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento