Ad agosto, rispetto al mese di luglio, il volume del commercio al dettaglio è aumentato dello 0,1% nella zona euro e dello 0,3% nei Ventisette, a luglio l’aumento era stato dello 0,4% e
dello 0,3% rispettivamente.

Su base annua, ad agosto l’aumento è stato dell’1% nella zona euro e del 2,6% nei Ventisette. E’ quanto rende noto Eurostat, l’ufficio statistico delle comunità europee.

Rispetto al mese precedente, ad agosto cibo, bevande e tabacco sono aumentati dello 0,2% nella zona euro e dello 0,8% nei Ventisette. Il settore non-food è sceso dello 0,1% nella zona
euro, ma è rimasto invariato nei Ventisette. Tra gli Stati membri i cui dati sono disponibili, il commercio al dettaglio è aumentato maggiormente in Lituania, con il 3,5%, in
Belgio, del 3,1% e in Austria, con il 2,5%, mentre i cali più netti sono stati quelli del Lussemburgo, con il -2%, della Danimarca, con il -1,5% e della Germania, con il -1,4%.

Su base annua, il commercio al dettaglio di cibo, bevande e tabacco è aumentato dello 0,7% nella zona euro e dell’1,5% nei Ventisette. Il settore non-food è aumentato
rispettivamente dell’1% e del 3,3%. Gli aumenti più netti sono stati quelli della Lettonia, con il 19,1%, della Polonia, con il 14,1%, della Lituania, con il 13,2% e dell’Estonia, con il
12%.