EXPO, Padiglione USA: Superato il proprio record di visitatori giornalieri

EXPO, Padiglione USA: Superato il proprio record di visitatori giornalieri

Milano – Il Padiglione USA ad EXPO Milano 2015 ha superato nuovamente il proprio record di visitatori giornalieri, ospitando più di 41.000 persone nella sola giornata del 19 agosto. Questa cifra segna un aumento del 20% in visitatori rispetto alla settimana scorsa: il 12 agosto il padiglione aveva infatti segnato il primo record giornaliero, toccando 34.000 visitatori, mentre i 2 milioni erano già stati raggiunti alla fine di luglio.

La diversità è un aspetto centrale per il Padiglione degli Stati Uniti che, attraverso un ricco calendario di incontri e mostre interattive, presenta il contributo di esperti americani di vari settori impegnati nella risoluzione delle sfide globali legate all’agricoltura sostenibile, ai cambiamenti climatici, alla nutrizione e alla salute. Attraverso il Food Truck Nation, la mostra “The Great American Foodscape” e il James Beard American Restaurant, situato nel centro di Milano, il Padiglione mostra la straordinaria varietà e i caratteri di innovazione della cucina regionale americana.

“Continuiamo ad essere elettrizzati per il grande interesse mostrato dai visitatori. Il nostro Padiglione riflette il primato e l’impegno in innovazione che il Governo degli Stati Uniti profonde nel commercio e nell’agricoltura. Siamo particolarmente grati ai nostri sponsor, senza i quali non sarebbe stato possibile realizzare questo Padiglione meraviglioso”, ha commentato il Commissario Generale del Padiglione USA, l’Ambasciatore Douglas T. Hickey. “Expo è imperdibile. Non vediamo l’ora di accogliere nuovi visitatori da ogni angolo del mondo”.

About Friends of the USA Pavilion Milano 2015

Il dipartimento di Stato Americano ha selezionato Amici del Padiglione USA Milano 2015 come proprio partner del settore privato per lavorare con il Governo Americano al fine di implementare un programma ufficiale per gli Stati Uniti ad Expo. Amici del Padiglione USA Milano 2015, un’associazione no profit, è costituita dalla James Beard Foundation (JBF) e dall’International Culinary Center (ICC), in associazione con la Camera di Commercio Americana in Italia.

Il Padiglione USA ad Expo Milano 2015 è reso possibile grazie al generoso supporto di una lista crescente di partner: General Electric, NUSSLI, Brand USA, Fiat Chrysler Automobiles, CNH Industrial, PepsiCo, Microsoft, Uvet, Walgreens Boots Alliance, DHL, Dupont, Boeing, Cisco, Adler Pelzer, Eccellenze Campane, MasterCard, Brooks Brothers, Zonin 1821, Luxottica, illy, Bank of America, EMC, 3M, Research Frontiers, Vidsys, CitiBank, Poretti, Visit California, Alaska Seafood, The Gavio Group, ASTM, SIAS, ITINERA, SINA, SINELEC, Baglietto, Bertram, Dow, HP, Uber, McKinsey & Company, Fleishman Hillard, Gruppo Bracco, U.S. Sustainability Alliance, Geox, Organic Trade Association, Louisiana Travel, Mapei, Pirelli, Motorola, Travel Oregon, American Hardwood Export Council, Food Export Association of the Midwest USA, Food Export USA-Northeast, NAEGA, USA Poultry & Egg Commission, USA Rice Federation, U.S. Dairy Export Council, U.S. Grains Council, U.S. Soybean Export Council, The Beaches of Fort Myers & Sanibel, Greenhouse Communications LLC, Copernico, Sweet Street Desserts.

Sotto la guida del Commissioner General Doug Hickey e la supervisione del Dipartimento di Stato Americano, Friends of the USA Pavilion coordina ogni aspetto del progetto, in collaborazione con un tema di esperti di scienza, business, tecnologia, agricoltura, sostenibilità, design e altri settori. Il programma del Padiglione include la Presidentessa Dorothy Hamilton (fondatrice e AD di ICC), il CEO Charlie Faas, ed il Chief Creative Officer Mitchell Davis (EVP della JBF). Biber Architects è lo studio di architettura selezionato per la progettazione del Padiglione mentre Thinc Design si occuperà di realizzare il programma di esposizioni.

Per maggiori informazioni: www.usapavilion2015.net and www.expo2015.org/en.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply