Anche in questo estate 2007 ritorna il “Faenza Sax Festival”. Un evento che anno dopo anno, edizione dopo edizione si appresta a celebrare la sua nona edizione. Un grande risultato per una
rassegna nata dalla passione e dall’amore per la musica di un piccolo manipolo di persone che ruota attorno al sassofonista manfredo di fama internazionale, Marco Albonetti, direttore artistico
dell’evento. Centro nevralgico della rassegna, in programma dal 15 al 22 luglio, sarà ovviamente la città di Faenza, che ospiterà gran parte degli appuntamenti, ma verranno
coinvolti anche i comuni di Brisighella, Russi, Tredozio e Ravenna.
Come di consueto il Festival si articola in un due momenti: il seminario di studi sul repertorio solistico, cameristico e jazzistico del sassofono e un ciclo di otto concerti ai quali prendono
parte i docenti e gli allievi del seminario. Docenti ed allievi (quest’ultimi sono una ventina, tutti giovanissimi con un’età compresa fra i 17 e i 21 anni) che provengono da diverse
parti del mondo: Canada, Francia, Germania, Cipro, Olanda e Russia, oltre ovviamente all’Italia.

Obiettivo prioritario del seminario è quello di consolidare le basi tecniche e interpretative degli allievi che si avviano alla carriera concertistica e che avranno la possibilità
di ricevere gli insegnamenti di grandi maestri del sassofono: Robert Bonisolo, Johannes Ernst, Yiannis Miralis, Bruno Totano, oltre ovviamente a Marco Albonetti, ai quali si affiancheranno
anche altri musicisti di fama internazionale (la cantante Jackie Allen, il percussionista Dane Richeson, il chitarrista John Moulder, il contrabbassista Hans Sturm e il pianista Paolo Biondi).
Insegnamenti che avranno poi anche un’immediata verifica “sul campo” resa possibile grazie ad alcuni concerti che coinvolgeranno direttamente i giovani sassofonisti.

L’inaugurazione della rassegna sarà domenica 15 luglio alle ore 21 a Tredozio, Palazzo Fantini, con il concerto Americas – Un ponte tra New York e Buenos Aires. Protagonista della serata
il duo consolidato formato da Marco Albonetti e la pianista Vicky Shaetzinger. Un ponte tra due città importanti e rappresentative della cultura musicale americana celebrate attraverso i
suoi autori più rappresentativi: Astor Piazzolla, Daniel Binelli, Pablo Ziegler, Alberto Ginastera, George Gershwin, Philip Glass e Chick Corea.

Martedì 17 Luglio ore 21.15 ci si sposta a Russi, nel giardino della Rocca, per una importante prima nazionale: Love is blue. Per questo progetto Jackie Allen, per la prima volta in
Italia, ha scelto di concentrarsi sul lato scuro del più potente dei sentimenti umani: l’amore. Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle politiche
giovanili del Comune di Russi.

Di evento in evento, mercoledì 18 luglio alle ore 21.15 il cortile interno del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza ospita la prima esecuzione live di Tangled, eseguita dal
Jackie Allen Quartet e da Robert Bonisolo, celebre sassofonista canadese. Con loro un potente Coro Gospel diretto da Daniela Peroni. Il concerto è realizzato in collaborazione con
l’Assessorato alle politiche culturali del Comune di Faenza e con il MIC.

Giovedì 19 luglio ore 21.15 andrà in scena Saxophobia III nella corte della Rocca di Brisighella. I docenti stranieri del Festival (il francese Bruno Totaro e il tedesco Johannes
Ernst ai sax alto, il cipriota Yiannis Miralis sax baritono) si esibiscono come solisti presentando al pubblico uno spaccato del repertorio classico-popolare del sassofono del primo Novecento
delle proprie nazioni. Ad accompagnare i tre sassofonisti ci sarà Paolo Biondi al pianoforte.
In caso di pioggia il concerto avrà luogo nel salone delle Terme di Brisighella. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di
Brisighella.

Non c’è due senza tre e così Jakie Allen e il suo quartetto ritornano ancora in scena per un’altra prima nazionale. Questa volta saranno in piazza Vespignani a Tredozio,
venerdì 20 luglio ore 21.15, con il concerto dal titolo The men in my life. La straordinaria voce di Jackie Allen presenta un progetto musicale dedicato ai musicisti uomini che hanno
influenzato la sua personalissima arte: Sting, Freds Astaire, James Taylor, Frank Sinatra, Paul Simon, Cick Corea e Jimi Hendrix. Ad accompagnare la voce di Jakie ci sarà, oltre alla sua
band, il sassofonista Fabio Petretti e il Coro Gospel del Festival diretto da Daniela Peroni.
In caso di pioggia il concerto avrà luogo al Teatro del Circolo S. Michele. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Tredozio.

Gli ultimi due concerti della rassegna vedranno protagonista l’International Saxophone Orchestra, formata per l’occasione da i giovani sassofonisti allievi del festival che si esibiscono in un
concerto in formazione cameristica e in combo (con sezione ritmica), proponendo musiche in stile classico, jazz e etnico.
Sabato 21 luglio, ore 21.15, l’appuntamento è al Circolo dopolavoro ferroviario di Faenza. Nel corso della serata verranno consegnate le borse di studio intitolate a Enrico De Giovanni e
create con il contributo di Confcooperative, Gemos, Fondazione Banca del Monte-Banca di Romagna, Caviro, Cofra, CTF e Dopolavoro Ferroviario. Sara inoltre assegnato il premio “Fausto Dal
Pozzo”, offerto dalle ceramiste Ivana e Saura Vignoli, mentre l’artista Muky donerà a tutti gli allievi partecipanti al seminario un’opera in ceramica. Appuntamento realizzato in
collaborazione con l’Associazione dopolavoro ferroviario sezione di Faenza. Domenica 22 luglio ore 21.15 l’International Saxophone Orchestra si esibirà invece a Tredozio, Palazzo
Fantini.

Il Faenza Sax Festival 2007 avrà poi un’appendice a Ravenna, dove in piazza San Francesco venerdì 31 agosto alle ore 21.15 ci sarà il concerto dei Four for Saxophone. Si
tratta di un quartetto di giovani sassofonisti italiani che si dedicano ad un repertorio che spazia tra i più diversi stili musicali. Il concerto è realizzato in collaborazione
con: l’Assessorato alle attività e beni culturali della Provincia di Ravenna e Ravenna Bella di Sera, ed è una co-produzione con Sonora rassegna “Buone Vibrazioni”.

Pierluigi Papi

www.faenzasaxfestival.com