Fame nervosa cause e rimedi

Fame nervosa cause e rimedi

La fame nervosa è una delle cause che portano l’obesità: quali sono e quali i  rimedi.

La fame nervosa cause e rimedi

Uno dei motivi principali per cui le diete falliscono è la fame nervosa, la quale non solo rende difficile il dimagrimento, ma spesso rovina addirittura tutti i progressi fatti fino a quel punto.
Ecco alcuni anoressizzanti naturali che possono aiutarti a controllare la fame nervosa.
Si tratta di un istinto a mangiare causato da fattori ben diversi dalla reale necessità di nutrimento.

Il più delle volte le cause di questa compulsione sono da ricercare in fattori di tipo psicologico, ma potrebbero anche avere un’origine biologica.
Purtroppo non esiste un unico metodo per sbarazzarsene, ma è possibile mettere in pratica alcuni trucchi per smettere di mangiare.
Vediamo quindi quali sono le cause principali della fame nervosa e come è possibile combatterla.

Le cause della fame nervosa

È impossibile riuscire a dare una motivazione univoca su quale sia la causa della fame nervosa.
Bisogna piuttosto prendere in considerazione diversi fattori che variano da persona a persona.
Individuarne le cause può rappresentare un passo concreto verso la comprensione del problema e l’individuazione di un rimedio efficace.

Cause biologiche

In alcuni casi, questo bisogno di mangiare anche quando non si ha fame potrebbe essere causato da un’alterazione del meccanismo di controllo da parte dell’ipotalamo.
Potrebbe essere quindi una risposta cerebrale alla mancanza di zuccheri, ossia di ipoglicemia, per cui viene indotto un desiderio simile alla fame per riuscire a procurarsi del cibo.
Si ritiene che questo mal funzionamento dell’organismo stia alla base di molti disturbi alimentari e di tutti quei fattori che spesso portano all’obesità.

Fame nervosa, cause psicologiche

L’impulso irrefrenabile di mangiare è un vero e proprio atto compulsivo che porta chi ne soffre ad abbuffarsi di cibo pur non essendo realmente affamato.
Le cause psicologiche della fame nervosa possono essere molteplici: noia, ansia, stress, tristezza, solitudine oppure scarsa autostima.
In questi casi l’atto di mangiare sembrerebbe rievocare le sensazioni provate nelle prime fasi di vita quando la madre, per consolare il bambino che piange, offre la poppata anche quando questo non è realmente affamato, creando in lui confusione tra la fame reale ed il bisogno di affetto.
In questi casi dunque la fame nervosa altro non è che un modo per appagare il proprio bisogno di affetto, di sicurezza e di gioia.

I rimedi per combattere la fame nervosa

I rimedi per combattere la fame nervosa sono molteplici e vanno valutati possibilmente con l’aiuto di uno specialista in base alle cause specifiche per ogni individuo.
In generale esistono comunque delle linee guida che si possono seguire anche autonomamente per cercare di arginare il problema e non ingrassare.

Come eliminare le cause della fame nervosa

Il rimedio più efficace in assoluto è quello di individuarne le cause ed agire direttamente su di esse, eliminandole una volta per tutte.
In questa fase è importante cercare di capire quali sono i motivi per cui ci sentiamo tristi, in ansia oppure soli.
Lavorando su noi stessi e sui nostri sentimenti è quindi possibile superare questo sentimento di vuoto che sentiamo il continuo bisogno di colmare col cibo e riacquistare il controllo del nostro regime alimentare.

Praticare attività fisica

Praticare sport in maniera costante oppure impegnarsi in tecniche di rilassamento, come lo yoga ed il pilates per esempio, possono aiutare a sfogare lo stress e ad aumentare la fiducia in noi stessi.
In  questo modo si allena non solo il fisico, ma anche la mente, riuscendo cosí a tenere sotto controllo la fame nervosa.

Contro la fame nervosa meglio affidarsi a rimedi naturali

Non esistono dei farmaci in grado di far magicamente sparire questo problema, ma ci sono alcuni rimedi naturali in grado di attenuare i sintomi della fame nervosa.
Il consiglio è quello di consumare alimenti ricchi di triptofano, un precursore della serotonina in grado di attivare i neurotrasmettitori che inducono delle sensazioni di pace e benessere.

Ricchi di questa sostanza sono la frutta, in particolar modo le banane, i latticini, quindi latte e formaggi, le uova, i legumi ed i cereali.
Proseguendo sullo stesso principio, sono molto efficaci anche quei cibi ricchi di bromo come la lattuga, il magnesio, la frutta secca, le castagne ed il cacao.

Al contrario di quanto di possa credere, non bisogna eliminare del tutto i carboidrati dalla nostra dieta, ma piuttosto controllarne le porzioni, in quanto sono in grado di stimolare la serotonina e indurre una sensazione di benessere.

Un ultimo preziosissimo consiglio è quello di mantenersi idratati: bere quindi molta acqua, ma anche tè, tisane e frullati è un ottimo metodo per prolungare la sensazione di sazietà e tenere sotto controllo la fame nervosa.

Related Posts
Leave a reply