Fast food e take away, non più di due volte a settimana

Fast food e take away, non più di due volte a settimana

Fast food e take away: i cibi pronti sono buoni, ma esagerare rimane sbagliato. Se tali alimenti vengono consumati più di due volte a settimana, aumenta il pericolo di diabete e malattie
cardiache.

E il verdetto emesso da una ricerca dell’Università della Tasmania, pubblicata sul “European Journal of Clinical Nutrition”.

La ricerca si è basata sull’osservazione di 1900 volontari (26-36 anni) di cui sono stati controllate abitudini alimentari e livelli di grassi e zuccheri.

Gli esperti hanno così individuato i soggetti a rischio, i volontari (40% degli uomini e 20 delle donne) che si rivolgevano ai cibi pronti più di due giorni su sette. I loro test
del sangue mostravano glicemia più elevata e più insulina nel sangue, tandem in grado di favorire il diabete.

Stessa situazione negativa per i grassi. In particolare, i take away di tipo indiano contengono 23,2 grammi di grassi saturi, dose superiore al fabbisogno giornaliero quotidiano femminile.
Stando così le cose, aumenta la probabilità di malattie cardiache.

Tuttavia, le cattive abitudini alimentari potrebbero non essere l’unico colpevole. Infatti, nel danneggiare la salute dei volontari, potrebbero concorrere anche cattive abitudini rilevate, come
l’eccessiva sedentarietà

FONTE: “Diabetes risk of two takeaways in a week (and women are more in danger)”, Mail Online, 9/12/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Related Posts
Leave a reply