L’Associazione pensionati Cia Sicilia, in occasione della Festa dei nonni fissata per il 2 ottobre, ha organizzato in tutta la Sicilia un periodo di iniziative dedicate ai pensionati sotto lo
slogan “Uniamo le generazioni”.

A Palermo l’iniziativa dal titolo “Dai bisogni ai servizi”, organizzata dall’Anp-Cia in collaborazione con il patronato Inac e l’associazione di volontariato Neava (Nuova Era a Viso Aperto) si
svolgerà nel pomeriggio del 2 ottobre (inizio ore16,00) presso la Chiesa delle Balate. Si discuterà di come affrontare e risolvere il disagio dei non autosufficienti, dei malati
terminali e delle loro famiglie. Parteciperanno Danila Minel, segretario nazionale dell’Anp-Cia, Antonio Maniscalco, presidente della Neava, Carmelo Travaglia, vicepresidente vicario della Cia
Sicilia, Michele Spatafora, presidente dell’Associazione pensionati Cia Sicilia, e Angelo Forgia, direttore regionale del patronato Inac.

Le iniziative dell’Anp-Cia Sicilia proseguiranno nel resto della Sicilia con numerose feste dedicate agli anziani (Leonforte 6 ottobre, Caltagirone 12 ottobre, Barcellona 13 ottobre) e
assemblee dedicate alla divulgazione del provvedimento di legge per l’aumento delle pensioni minime.

“Un provvedimento -ricorda Michele Spatafora, presidente dei pensionati Cia Sicilia- che rappresenta una prima importante risposta per milioni di pensionati, tra i quali molti dell’agricoltura
e per la quale la Anp-Cia si è battuta per otto anni. Grazie a questa azione incessante si è arrivati al provvedimento attraverso il quale si colma una lacuna che vedeva
penalizzata una larga fascia di popolazione fra cui i pensionati dell’agricoltura”.

Ma all’Associazione pensionati Cia ricordano che si deve ancora lavorare per eliminare la discriminazione esistente fra pensionati da lavoro dipendente e pensionati da lavoro autonomo. Una
delle richieste più pressanti riguarda l’equiparazione degli assegni famigliari degli ex lavoratori autonomi e, quindi, anche quelli dell’agricoltura, a quelli degli ex lavoratori
dipendenti.