Casa Artusi aprirà ufficialmente le porte sabato 23 giugno. Qui troveranno sede corsi di divulgazione, convegni, e altri momenti di approfondimento culturale sui temi della gastronomia;
ma al tempo stesso Casa Artusi sarà anche un grande e dinamico museo, dotato di laboratori, cucine e sala da pranzo, che si propone come luogo di sperimentazione culinaria, dove verranno
provati piatti tipici e ricette delle più varie località italiane. All’interno del centro anche di un grande archivio di documentazioni dedicato all’enogastronomia, con fondi
dell’Ottocento e del Novecento e con una sezione contemporanea (con raccolta di pubblicazioni, siti internet, dvd e materiale audiovisivo vario). A completare l’offerta di Casa Artusi
c’è anche un ristorante che, sulla scia degli insegnamenti del grande Pellegrino, proporrà una cucina particolarmente attenta a utilizzare e valorizzare i prodotti tipici del
territorio e sarà, a sua volta, protagonista di occasioni di approfondimento non solo gastronomico, ma anche di vera e propria cultura del cibo.

Accanto all’apertura di Casa Artusi, la Festa imbandisce un ricco programma di eventi e degustazioni, convegni e spettacoli, mercatini di prodotti tipici e itinerari gastronomici, nel nome
dell’autore del più celebre manuale di cucina italiano. E naturalmente non mancheranno molti importanti ospiti, a cominciare dai vincitori del premio “Marietta” ad honorem: per il 2007
il riconoscimento andrà a Allan Bay, appassionato giornalista enogastronomico, autore di numerosi volumi di ricette e trucchi gastronomici rivolti a grandi e bambini e da qualche anno
docente di cucina all’Università di Pavia, e a Luisanna Messeri, protagonista della trasmissione “Il club delle cuoche” e, per sua stessa ammissione, fervente devota di Artusi.

Nel corso della Festa si terranno numerosi altri incontri e tavole rotonde dedicati alla cultura del cibo e dintorni, e in particolare agli autori di libri legati alla gastronomia: fra loro,
anche il grande Francesco Guccini che, deposta per il momento la chitarra, dedica la sua attenzione alle osterie di oggi e l’attore Vito (alias Stefano Bizzocchi) che, forte anche della sua
competenza in cucina, farà da guida al nuovo portale tematico “Le chiavi di Casa Artusi”, realizzato in collaborazione con l’Istituto per i Beni artistici e culturali della Regione
Emilia-Romagna, che permetterà di ricercare in rete informazioni sulla cucina domestica. Il risultato sarà una vera e propria banca dati on line di tutte le ricette domestiche
italiane, dove ogni utente potrà contribuire personalmente ad arricchire con le proprie conoscenze e i propri suggerimenti il grande ricettario.
Ma, soprattutto, nei nove giorni della Festa Artusiana le strade, le piazze, i vicoli attorno alla maestosa Rocca di Forlimpopoli (una delle più belle e meglio conservate della Romagna)
si animeranno di spettacoli e concerti per tutti i gusti, mentre si moltiplicheranno le proposte di degustazione, presentazione di prodotti tipici, mille tentazioni per peccati di gola,
trasformando Forlimpopoli in una vera e propria “città da assaggiare”. E a dettar legge nei ristoranti sarà, naturalmente, il ricettario artusiano.

Per info: www.pellegrinoartusi.it
Ufficio Cultura: tel. 0543 749234-5
e-mail: [email protected]

www.asa-press.com