Festarch, inaugurato il Festival di architettura

Cagliari, 29 Giugno 2007 – Inaugurato questa mattina con un ottimo successo di pubblico (più di mille persone), Festarch completa fra domani (sabato 30 giugno) e domenica (primo
luglio) gli impegni a Cagliari di questa sua prima edizione. Lunedì le attenzioni si spostano invece ad Alghero, per una giornata di incontri alla Facoltà di Architettura.

Fittissimo il calendario degli appuntamenti in programma domani (sabato 30) alla Manifattura, epicentro del parte cagliaritana del festival. Tra i più interessanti della mattina,
“Scrivere le periferie” (ore 11:30), con Nicola Lagioia, Beppe Sebaste e Silvio Bernelli che raccontano il disagio di tre diverse realtà urbane.

Nel pomeriggio, alle 16:30, Gabriele Basilico propone in anteprima il suo nuovo lavoro fotografico sulla tema della scrittura del paesaggio. Da non perdere, alla stessa ora, la lezione
magistrale del controverso e brillante Rem Koohlaas, premio Pritzker nel 2000, sul rapporto fra scrittura, pensiero e progetto. E, alle 19:30, quella dello scrittore Marco Belpoliti sulla
città e i sogni.

Gran finale di giornata, alle 21:30, con l'”archi-star” Massimiliano Fuksas, uno dei grandi protagonisti dell’architettura internazionale, e, alla stessa ora, l’incontro con il filosofo e poeta
antillano Edouard Glissant. E poi, alle 22:30, spazio a “Tracce: i suoni dell’architettura”, un viaggio immaginario nella Sardegna arcaica e moderna, basato su filmati e immagini storiche
dirette dal regista Romano Usai e le musiche di Mauro Palmas con Marcello Peghin alla chitarra, Fabio Furia al clarinetto, Riccardo Leone al pianoforte, Silvano Lobina al basso, Andrea Ruggieri
alla batteria, e con la partecipazione speciale di Luigi Lai alle launeddas, e delle cantanti Elena Ledda e Franca Masu.

Accanto agli appuntamenti alla Manifattura (da segnalare in particolare la lezione magistrale di Marco Casamonti), la mattina di domenica (primo luglio) trova il suo momento più
importante al Lazzaretto: qui, a partire dalle ore 10:30, Stefano Boeri, Rem Koohlaas e altri ospiti si confrontano sul progetto per il quartiere cagliaritano di Sant’Elia.

Nel pomeriggio, la Manifattura torna al centro dell’attenzione con l’ultima serie di impegni. Fra i più interessanti, “Manifesto per un’ecologia dello spazio”, titolo dell’incontro con
l’architetto svizzero Philippe Rahm e il giovane filosofo italiano Federico Nicolao (ore 17:30). Da non perdere poi (ore 18:30) lo scrittore Daniele Del Giudice che racconta la storia di un
aereo progettato da Le Corbusier per l’autore del “Piccolo principe”, Antoine de St.Exupéry. Mentre si parlerà di cibo e architettura con il geniale chef Davide Scabin e il
designer Marco Rainò (ore 19:30).

Momento di chiusura importante della tre giorni cagliaritana, alle 21, “Portolano mediterraneo”, pensieri e progetti tra filosofia e architettura con Renato Soru , presidente della Regione
Autonoma della Sardegna, Stefano Boeri, direttore artistico di Festarch, e Alessandro Aresu, il giovane studioso cagliaritano autore di “Filosofia della navigazione”.

Poi, gran finale con il concerto di Ludovico Einaudi, il pianista e compositore torinese che ha saputo conquistare un pubblico sempre più ampio e “trasversale” ai generi fino ad imporsi
fra le figure di spicco della scena musicale europea. Ad affiancarlo in concerto, il violoncello di Marco Decimo e l’elettronica di Robert Lippok.

Calato il sipario sulla tre giorni nel capoluogo, lunedì (2 luglio) le attenzioni si trasferiscono nel nord della Sardegna, ad Alghero. Alle 11:30, Paulo Mendes da Rocha e Philippe Rahm
incontrano alla Facoltà di Architettura gli studenti. Non ci sarà invece Zaha Adid alla tavola rotonda in programma alle 15: a rappresentare l’architetto anglo-irachena
sarà Paolo Matteuzzi dello studio Hadid, che parlerà delle prospettive dell’architettura in Sardegna insieme a Cristiana Collu, Marco Casamenti, Francesco Garofalo e Giovanni
Maciocco.

www.regione.sardegna.it


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento