Fiasconaro tra i protagonisti del DiVino Festival a Castelbuono

Fiasconaro tra i protagonisti del DiVino Festival a Castelbuono

Fiasconaro, pluripremiata azienda dolciaria siciliana, è tra i protagonisti della tredicesima edizione del DiVino Festival, che prenderà il via il 2 agosto a Castelbuono (in provincia di Palermo). 

Fino al 4 agosto, il borgo delle Madonie diventerà la cornice ideale per degustazioni sotto le stelle, show cooking, concerti, eventi d’arte e incontri tra le più importanti personalità del mondo enogastronomico italiano. Il DiVino Festival è oggi entrato a pieno titolo nel circuito dei grandi appuntamenti del mondo dell’enologia internazionale: sono oltre 200 i produttori di vino che, provenienti dalla Sicilia e dalle più importanti cantine italiane ed estere, hanno confermato la loro presenza al Festival.
 
Dopo una prima giornata dedicata all’arte e al body painting, che trasformerà il centro storico di Castelbuono in una vera e propria galleria d’arte moderna a cielo aperto, l’appuntamento con Fiasconaro è per la serata clou del DiVino Festival, quella di sabato, la più attesa. 
Sabato 3 agosto, infatti, l’azienda parteciperà al galà del PREMIO INTERNAZIONALE GUSTO DIVINO/PREMIO FIASCONARO, che vede tutti gli anni salire sul palcoscenico della manifestazione illustri ospiti. Il Premio, promosso dall’Associazione DiVino Festival e adottato dall’azienda Fiasconaro, che elargisce delle menzioni speciali in memoria del fondatore dell’omonima azienda, il padre Don Mario, rappresenta un riconoscimento destinato a chi, ovunque nel mondo, si è contraddistinto nel settore enogastronomico, contribuendo col proprio lavoro e la propria passione a diffondere ad ampio raggio cultura enologica e alimentare. 
 
Nel corso della kermesse, inoltre, verrà celebrato uno speciale “asse Sicilia – Piemonte”, tra Castelbuono e il comune piemontese di Venasca (CN). Nel 2017, nel corso della mostra mercato La Castagna a Venasca, un direttivo della Regione Piemonte ha assegnato al Maestro Pasticcere Nicola Fiasconaro e al figlio Mario La Castagna d’Oro, un riconoscimento che viene assegnato annualmente a chi si è particolarmente distinto nella valorizzazione del prodotto. In questo caso, il premio è stato consegnato a Fiasconaro per l’utilizzo della castagna come ingrediente principe del panettone Marron Noir. Parteciperà al DiVino Festival una delegazione del Comune di Venasca, composta dal sindaco Silvano Dovetta e due consiglieri comunali, e il pittore Fausto Nazer, che donerà le sue opere agli insigniti del Premio Internazionale Gusto Divino/Premio Fiasconaro e sarà coinvolto nella mostra DIVINART assieme alla pittrice palermitana Anna Ocello, nel cuore di Castelbuono (Chiesa del SS. Crocifisso). Ocello dipinge senza regole, con forme anatomiche libere da condizionamenti prospettici e dimensioni disarticolate. Fausto Nazer, ha come protagonista dei suoi quadri la pioggia come momento di purificazione e rinascita. Un piemontese e una siciliana uniti da un’esclusiva mostra visitabile durante tutti i giorni del Festival. Ai premiati, come da tradizione della cerimonia di premiazione, anche le opere del maestro Pippo Madè. 
 
Il programma del DiVino Festival
Per maggiori informazioni: http://www.divinofestival.itDescrizione: https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif
 
Giovedì 1 agosto (fino a domenica 4 agosto)
Centro SUD (Chiesa del SS. Crocifisso), via Umberto I. Mostra DIVINART di Anna Ocello e Fausto Nazer. A cura di Centro Polis e DiVino Festival.
 
Venerdì 2 agosto 
dalle ore 17.00 – DiVino Arte e Body Painting Festival
Per due giorni Castelbuono si trasformerà in una insolita galleria d’arte moderna a cielo aperto, in cui 6 artisti body painter, coordinati dal tatuatore Francesco Baio e in collaborazione con 6 ristoratori e 12 cantine, realizzeranno dei dipinti sui corpi di modelli in posa per le vie del paese. I locali convenzionati ospiteranno le degustazioni di alcune aziende vinicole. 

Ore 18.00 – Ristorante Palazzaccio
IRVOS (Istituto regionale Vini e oli di Sicilia) propone una degustazione di vini sperimentali della
Cantina di Microvinificazione, nell’ambito della ricerca dell’Istituto, a cura del dott. Antonio Sparacino e dell’enologo Salvatore Sparla. La degustazione è gratuita su prenotazione al numero: +39 3357290602
La serata si concluderà alle 22 con lo spettacolo di Tony Sperandeo in “Con quella faccia un po’così”. A seguire il concerto della Faber Band: tributo a Fabrizio De André. 
 
Sabato 3 agosto
dalle ore 15.00 – DiVino Arte e Body Painting Festival
Nel centro storico da P.zza Matteotti a Via Sant’Anna: 6 artisti body painter coinvolti, 6 ristoratori, 12 cantine e 12 modelle/i. A cura di Francesco Baio.
 
Ore 16.00 – Ristorante Antico Baglio
IRVOS (Istituto regionale Vini e oli di Sicilia) propone un corso di avvicinamento al vino a cura dell’enologo Gianni Giardina. Prenotazioni al numero +39 3357290602.
Ore 18.00 – Piazza Margherita, l’incontro “Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si ha mangiato bene. Il rapporto uomo, cibo e vino”. Moderato da Daniele Lucca, art director DiVino Festival, al dibattito interverranno lo chef Gianfranco Vissani, l’attore Moni Ovadia, il dottore e presidente IdiMed, Biagio Agostara e il sindaco di Castelbuono, Mario Cicero.
Ore 21,30, Piazza Castello – PREMIO INTERNAZIONALE GUSTO DIVINO/PREMIO FIASCONARO
Gran Gala di Premiazione
A seguire lo show dei comici Claudio Batta & Fabrizio Bracconeri.
 
Domenica 4 agosto
Dalle ore 11.00 
Mattinata energica con la terza edizione de “La Colazione dei Campioni”, al Ristorante Nangalarruni, “Brunello, Barbaresco e Etna Rosso” in abbinamento a “Pani ca’meusa del ristorante Nangalarruni” e alle “Polpette di alici del ristorante Arrhais”. 
Il Festival si concluderà nella splendida location del Chiostro di san Francesco, dove – dalle 16.00 – sarà aperto il Salone del DiVino, un grande momento di degustazione delle aziende vitivinicole aderenti al Festival.
 

Sapori, profumi e alchimie della Sicilia sono la suggestiva cornice della storia e della tradizione dell’azienda dolciaria Fiasconaro, nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo. Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 18 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità. Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda e cresce sempre di più l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici.

Leggi Anche
Scrivi un commento