Fico Mandorlato di San Michele Salentino al Salone del Gusto 2012

Fico Mandorlato di San Michele Salentino al Salone del Gusto 2012

Eccellenze di Puglia e giovani pugliesi. Curiosità: nel dialetto locale il Fico è chiamato al femminile. Giovanni Allegrini, Assessore di San Michele Salentino con i giovani produttori: Angelo, Claudio, Antonio e Giuseppe

Coop. Agricola San Michelana, Giovani Produttori Fico Mandorlato di San Michele Salentino (BR).

Email: [email protected]

Il territorio interessato alla coltivazione dei fichi è quello di San Michele Salentino, nelle contrade fra San Vito dei Normanni, Ostuni, Latiano e Ceglie Messapica. Un’area denominata “Alto Salento”. Fico mandorlato di San Michele Salentino, della varietà “Dottato”, si raccolglie nel mese di agosto/settembre, aperti a metà e sistemati su stuoie di cannicci e messi ad essiccare al sole per almeno 5 / 6 giorni. Una volta essiccati, all’interno viene aggiunta una mandorla tostata e un seme di finocchio selvatico e / o uno spicchio di scorza di limone e accoppiati. La lavorazione avviene ancora secondo tecniche tradizionali. Il fico secco mandorlato non contiene alcun tipo di conservanti, si può conservare per almeno 8 / 10 mesi.

 

Intervista di Giuseppe Danielli,
direttore e fondatore Newsfood.com


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento