Il 14 dicembre 2006 Vice Ministro Vincenzo Visco, il Ministro dello sviluppo economico Pierluigi Bersani ed i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna e
Cassartigiani hanno firmato l’accordo per l’applicazione degli studi di settore, la semplificazione degli adempimenti e le misure per lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese.

Sul fronte fiscale, tra le misure previste dal protocollo d’intesa, compaiono il rafforzamento dell’attività di controllo e repressione nei confronti degli evasori totali ed il riesame
dei regimi agevolati fino ad oggi previsti, in modo da renderli meglio utilizzabili da parte dei giovani. Inoltre è stata approvata la decisione di favorire la neutralità fiscale
sui trasferimenti a titolo gratuito delle aziende esercitate dall’imprenditore individuale o di quote di società in favore di componenti del nucleo familiare dell’imprenditore o dei soci
che assicurino la continuità dell’attività imprenditoriale.

In materia di scontrini e ricevute fiscali, le parti hanno convenuto eliminarne le sanzioni, coerentemente con l’attuazione del sistema telematico di comunicazione dei corrispettivi
all’Amministrazione finanziaria.

Il Ministro dello Sviluppo Economico intende concretizzare la competitività delle imprese nel mercato nazionale ed internazionale e pertanto ha stabilito la promozione di interventi di
sostegno volti allo sviluppo e all’accrescimento dell’efficienza delle micro, piccole e medie imprese operanti nei distretti produttivi, commerciali e del settore terziario, nelle aree che sono
in relazione economica con essi, nelle reti di impresa e nei sistemi produttivi locali.

Protocollo d’intesa, 14 dicembre 2006
Scarica il documento completo in formato .Pdf