Una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Civitavecchia per il grave reato di concorso in strage, in merito all’incidente avvenuto ieri a Fiumicino, che ha causato la morte di
5 persone.

A presentarlo sarà il Codacons, che motiva così la decisione di intervenire sul fronte legale: «Chiediamo alla magistratura di accertare con puntualità e precisione
le responsabilità connesse alla strage nella quale hanno perso la vita 5 persone. In particolare – spiega l’associazione – la Procura deve fare chiarezza anche sull’operato
dell’amministrazione comunale di Fiumicino. Si apprende infatti che più volte i cittadini della zona avrebbero chiesto all’amministrazione locale l’adozione di misure in grado di rendere
maggiormente sicura la strada teatro dell’incidente e garantire l’incolumità dei residenti.

Addirittura sarebbe stato inscenato un sit-in di protesta finalizzato ad ottenere l’installazione di un semaforo o di dossi su Via Montanari: richieste che, sempre in base alle affermazioni dei
cittadini, sarebbero rimaste inevase. La magistratura quindi – conclude l’associazione – dovrà verificare anche l’operato del Comune di Fiumicino e, in caso di omissioni o negligenze,
avviare le dovute azioni nei confronti degli eventuali responsabili».