FIVI punta al sud: eletto nuovo Consiglio Direttivo dei vignaioli indipendenti

FIVI punta al sud: eletto nuovo Consiglio Direttivo dei vignaioli indipendenti

LA FIVI PUNTA AL SUD: ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Rinnovati i vertici della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Confermati Matilde Poggi presidente, Massa e Pieropan vicepresidenti

Anche per i prossimi tre anni Matilde Poggi sarà la Presidente della FIVI, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. L’assemblea generale ha infatti rinnovato le cariche elettive, confermando alla presidenza la vignaiola di Bardolino già alla guida della federazione nell’ultimo triennio. Vicepresidenti rimangono Walter Massa e Leonildo Pieropan.
nuovi eletti FIVI 2016

La principale novità è costituita dall’ingresso nel Consiglio Direttivo di tre vignaioli del centro-sud, segno dell’attenzione della Federazione per il mezzogiorno, dove storicamente i vignaioli associati sono meno rispetto al nord e che finora non aveva una rappresentanza all’interno del Consiglio. Entrano Luigi de Sanctis (Lazio), Gaetano Morella (Puglia) e Luigi Maffini (Campania). Insieme a loro diventa consigliere anche Bruna Flaibani, dal Friuli Venezia Giulia.
Rimane invariato il numero di 15 consiglieri. Gli altri vignaioli riconfermati sono: Costantino Charrère (Valle d’Aosta, già primo presidente FIVI), Lorenzo Cesconi (Trentino), Ettore Ciancico (Toscana), Luca Ferraro (Veneto) Gianmario Cerutti (Piemonte, Consigliere delegato agli affari istituzionali), Armin Kobler (Alto Adige), Francesco Saverio Petrilli (Toscana, Segretario Nazionale) e Marco Vercesi (Lombardia). Abbandonano la carica invece Celestino Gaspari (Veneto), Guido Zampaglione (Piemonte) e Stefano Casali (Toscana), Giulia Cavalleri (Lombardia, che rimane alla guida dei Vignaioli di Franciacorta).
“Un grazie sincero ai consiglieri uscenti – ha dichiarato Matilde Poggi – che in questi anni hanno dedicato energie e tempo alla FIVI. Questo nuovo consiglio potrà essere ancora più vicino alle esigenze dei vignaioli di tutta Italia”.

Proprio per venire incontro alle esigenze dei nuovi consiglieri, la sede degli incontri potrà variare di volta in volta, rispetto a quella abituale di Colorno.

Redazione Newsfood.com

 

 

Related Posts
Leave a reply