PIACENZA CAPITALE DEI VIGNAIUOLI INDIPENDENTI PER DUE GIORNI

F.IV.I. DAL 25 al 26 NOVEMBRE ALL’ENTE FIERA

UN MERCATO DOMESTICO INTELLIGENTE, OCCASIONE UNICA PER IL CONSUMATORE APPASSIONATO

 

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) è un’associazione nata nel 2008 che unisce e aggrega viticoltori con le stesse passioni, gli stessi obiettivi, le stesse problematiche.

 

Sicuramente in primis vignaiuoli, cioè coltivatori di vigna in modo diretto, ma anche produttori di qualità, spesso controcorrente, spesso anticipatori di un bisogno del consumatore.

Fivi è anche un organismo che dialoga con le istituzioni nazionali e regionali proprio per risolvere problematiche importanti, soprattutto per i piccoli produttori, come per esempio doppioni di pratiche burocratiche eludendo valore e importanza della telematica e del pec nel 2017!

Walter Massa, vice presidente FIVI col fido PiGi

 

In poche parole sono vignaiuoli responsabili, rispettosi del territorio e del binomio vino-vigna ma anche a volte fuori dai modelli dop e igp, bravi nella qualità, a volte estremi in certe etichette, sempre un piacere assaggiare e provare.

Forse a volte i prezzi sono un po’ fuori mercato, ma la cura maniacale, l’impegno diretto, la limitatezza delle produzioni e tanta manualità sono oggi fattori che hanno un costo.

Ebbene a PIACENZA per la settima volta, organizzata da FIVI ed ENTE FIERA sono presenti 500 vignaioli ( su 1100 associati in toto per 11.000 ettari di vigneto 80 milioni di bottiglie vendute per circa 700 mio (euro di fatturato annuo), tutti insieme, sotto il marchio FIVI presentano i loro gioielli, circa 2500 etichette, tutte assaggiabili e acquistabili direttamente.

Gli 11.000 ettari di vigneto sono condotti per il 51% in regime biologico/biodinamico, per il 10 % secondo i principi della lotta integrata e per il 39% secondo la viticoltura convenzionale.

L’Ente Fiera Expo Piacenza è molto comoda per i visitatori e acquirenti: vicino al casello autostradale Piacenza sud ( neanche 300 metri dall’immissione sulla strada normale), parcheggio ampio e gratuito, carrelli per acquisti.

Apertura sabato e domenica, dalle 11 alle 19, orario continuato ingresso euro 15, ma con sconti per addetti ai lavori, come sommelier e giornalisti.

Appuntamento “cult” per gli assaggi difficili, qualche etichetta sconosciuta, vini sicuramente non facili da trovare  soprattutto quasi estranei alla grande distribuzione dei centri commerciali. “Il Mercato dei Vignaioli Indipendenti a Piacenza è sicuramente l’occasione migliore per conoscere la nostra realtà e il nostro lavoro. I Vignaioli Indipendenti sono tali non solo per il modello produttivo che seguiamo in prima persona – sottolinea Matilde Poggi, presidente FIVI – ma anche perchè la nostra associazione ha dato prova, in più di un’occasione, di indipendenza rispetto ad appartenenze politiche o di qualsiasi altra sorta. Noi di FIVI non abbiamo nessun altro interesse da difendere se non quello dei vignaioli italiani”.

Quattro le degustazioni guidate in programma, due il sabato e due la domenica, in cui i produttori stessi racconteranno la loro esperienza, i loro vini, i loro territori, da una esperienza verticale proveniente dalla Val d’Aosta alla Vernaccia di San Gimignano, dal Prosecco frizzante ancora con-il-fondo (come nasceva all’origine il famoso vino veneto con le bollicine) alla Valtellina.

Sono presenti anche grandi artigiani del cibo, molti emiliani e piacentini in particolare con formaggi di alpeggio e di appennino, salumi della bassa “padana” ma anche salami speciali delle colline appenniniche italiane, diversi panificatori e coltivatori di spezie.

 

 

Giampietro Comolli

Economista Agronomo Enologo Giornalista
Libero Docente Distretti Produttivi-Turistici

Editorialista Newsfood.com
Economia, Food&Beverage, Gusturismo
Curatore Rubrica Discovering in libertà
Curatore Rubrica Assaggi in libertà

 

 

Redazione Newsfood.com – Contatti