Flag Calabria: vacanze in casa dei pescatori

Flag Calabria: vacanze in casa dei pescatori

Flag Calabria:  vacanze novità a Blue Sea Land 2018

Flag Calabria presenta i suoi prodotti, con un’interessante offerta turistica per chi sa apprezzare la vita marinara

Testo e foto di
Maurizio Ceccaioni

Giorni fa ho sentito un amico. Mi ha raccontato di una crociera fatta e della delusione avuta a Cuba. Io gli ho invece raccontato dei tanti posti visitati nel Sud Italia: ne conosceva molto pochi tra quelli elencati.

Questo è uno dei problemi degli italiani, attirati dalle chimere pubblicitarie verso proposte esotiche che si risolvono spesso in tante visite mordi e fuggi, ma delle quali si potrà poi raccontare agli amici: «Io lì ci sono stato».

Il Gruppo folcloristico Città di Marsala a Blue Sea Land 2018 fa un omaggio alla Calabria con La Calabrisella

CONOSCERE MEGLIO IL NOSTRO PAESE

Il nostro Paese ha una raccolta infinita di luoghi da visitare, conoscere, gustare, godere. Possediamo la stragrande maggioranza delle opere d’arte di tutto il mondo, borghi incantati e ville storiche, incastonati in un ambiente naturale dove mare e montagna stanno a una manciata di chilometro. Un ambiente che, seppure a fatica, ancora si difende dagli attacchi virulenti della speculazione edilizia e delle ecomafie, grazie anche a una presa di coscienza dei cittadini.

Calabria: voglia di crescere

Come accade per molte nostre regioni, specie del Sud Italia, se ne parla ampliamente sui media, spesso solo se sulla notizia ci si può “campare” per giorni. Magari con un microfono in mano sotto la pioggia che sta rompendo gli argini di un torrente lasciato interrare dall’inerzia della politica o davanti a un omicidio.

Un po’ meno a raccontare le tante iniziative messe in atto per creare posti di lavoro e dare di queste località un’immagine positiva e propositiva.

Cercando di alzare la testa dai colpi di questa lunga crisi economica che ha colpito particolarmente il Sud del Paese. Che seppure non è quello descritto da Carlo Levi in «Cristo si è fermato a Eboli», anche in questi ultimi anni ha visto emigrare centinaia di migliaia di giovani alla ricerca di un minimo progetto di vita.

FLAG CALABRIA, L’ESEMPIO POSITIVO DEI PESCATORI CALABRESI

Un esempio della Calabria positiva lo incontriamo a Mazara del Vallo ai primi di ottobre 2018, in occasione del Blue Sea Land. Lo stand dell’Assessorato all’Agricoltura e risorse alimentari della Regione Calabria è confuso tra quelli lungo Corso Umberto, la via dello “struscio”, ma si fa notare da lontano per un insolito assembramento di gente.

Avvicinandoci il motivo è subito svelato: stanno offrendo una degustazione di stoccafisso fritto che, per l’occasione, era fornito dall’azienda Stocco_di_Mammola.
È uno dei prodotti tipici Agroalimentari Tradizionali, tutelati dal Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Stoccafisso di Calabria, quello seccato al sole e al vento

Un prodotto che in Calabria è alla base di molti piatti tradizionali e che, anche se commercializzato su tutta la costa, vede in Mammola, nell’entroterra Ionico in provincia di Reggio Calabria, la sua “capitale” storica e qui da 15 anni si svolge la Sagra dello Stocco.

Qui ci tengono a precisare che non si tratta di baccalà, ma di stoccafisso, «Perché il baccalà si conserva sotto sale, mentre il nostro stocco viene essiccato per 3-4 mesi al sole appeso per la coda. Uno dei più antichi metodi per la conservazione del pesce», precisa uno dei presenti.

Antipasti di mare nello stand della Calabria – Anche il Surimi è prodotto in Calabria

 

Il chiarimento ci sta tutto, perché sono in tanti a non conoscere le differenze tra questi due prodotti che hanno alla base il merluzzo pescato nelle gelide acque dell’Artico norvegese. Anche perché lo stocco, come ci viene spiegato, circa  8-9 giorni prima di essere messo in vendita, deve fare numerosi passaggi. A cominciare dallo ‘ sbudellamento’, all’estrazione della lisca centrale, fatta a mano con la ‘ronca’.

Calabrian Seafood… A sea to test

Nello stand, dove primeggiano i banner con la scritta «Calabrian Seafood… A sea to test» che invitano al consumo di prodotti ittici calabresi, incontriamo Antonio Alvaro, presidente del Flag Calabria – Flag dello Stretto. Con lui Cosimo Caridi, dirigente regionale del Settore Fitosanitario, Vivaismo, Micologia e Patrimonio ittico, qui in veste di referente ‘AdG Feamp Calabria 2014-2020’.

Loro credono molto sullo sviluppo del settore ittico, partendo dal rilancio dell’economia locale litoranea e la valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico, per fare della Calabria una «Regione accogliente e inclusiva».

Consegna della pergamena ricordo a Franca Grammatica in occasione della presentazione di Flag Calabria a Mazara del Vallo

Nella fattispecie, parliamo di pescaturismo e ittiturismo, da sviluppare con Flag Calabria (Flag: Fisheries Local Action Group), cioè ‘Gruppi di azione locale nel settore della pesca’.

Quello che sono i ‘Gal’ (Gruppo di azione locale) in agricoltura.

I Flag – come il Flag Calabria- hanno una missione importante da svolgere: creare valore aggiunto a livello economico e sociale.
La strada intrapresa è quella di rafforzare l’autonomia delle comunità locali che vivono sulla pesca, fornendo loro strumenti e risorse per creare nuove fonti sostenibili di reddito.

UNA CALABRIA ALLA RICERCA DELL’EUROPA

Cambiare le abitudini è difficile, specie se a doverlo fare non sono proprio dei ragazzini, ma questa gente di mare abituata ad affrontare mille difficoltà. L’impegno è quello di aprire la mente verso nuove prospettive di vita. Per guardare sé stessi con altri occhi, verso un nuovo modello di pescatore imprenditore di sé stesso, che sappia mettere a frutto la sua esperienza, per intraprendere nuove attività a completamento della filiera della pesca puntando principalmente sulla valorizzazione del pescato.

Da fare sia col commercio diretto, ma anche con laboratori di trasformazione dei prodotti ittici anche sottoforma di ‘street food’, con friggitorie in loco come già accade in molti altri posti marini.

Tutte ‘Azioni’ previste nel Feamp (Fondo per la politica marittima e della pesca dell’Ue) per il periodo 2014-2020, per le quali sono stati stanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi in Calabria quasi 5,6 miliardi di euro, da investire nel periodo 2014-2020.

Flag Calabria, un’opportunità da sfruttare

Grazie al Flag Calabria si potrànno fare tante cose: procedere all’acquisto di mezzi e attrezzature idonei al trasporto e alla vendita diretta del pescato; procedere al recupero e la destinazione a usi diversi di strutture nei porti destinati alle attività di pesca; realizzare  itinerari a mare per la fruizione e l’accessibilità delle zone costiere e delle aree di pesca;  creare iniziative per la pescaturismo e l’ittiturismo, come la ristorazione basata sul pescato e l’accoglienza turistica nelle case dei pescatori e borghi marinari.

Franca Grammatica con le mani in pasta

Un esempio lo abbiamo davanti: Francesca Grammatica, la persona che sta friggendo lo stoccafisso. Ex insegnante montessoriana per mestiere e cuoca per passione, col marito è titolare del Ristorante Bar Furano in Località Marinella, a San Nicola Arcella (Cs).

Il locale, a gestione familiare, si affaccia sulla spiaggia di San Nicola Arcella dominata dalla torre d’avvistamento aragonese, ed è un esempio di come si vorrebbe sviluppare la filiera della pesca, con l’uso diretto del pescato nella ristorazione, l’accoglienza e le mini crociere nel Golfo di Policastro e lungo la costa tra Scalea, San Nicola Arcella, Praia a Mare e Maratea.

Francesca del pesce ne conosce tutti i segreti e lo sa cucinare in ogni modo. Anche perché il marito, Fulvio, di professione è pescatore e la materia prima non manca di certo.

 

Testo e foto di
Maurizio Ceccaioni
Newsfood.com

 

Vedi anche:

FLAG Calabrian Seafood: Francesca Grammatica, cuoca (Video …

Mazara del Vallo, 5-8 ottobre 2018. Flag Calabria si presentano al Blue Sea Land. E lo fanno nel modo migliore facendo assaggiare le loro eccellenze di mare.

FLAG Calabria Seafood – intervista a Cosimo Carmelo Caridi … (Video)

FLAG Calabria Seafood – Cosimo Carmelo Caridi presenta le opportunità per i pescatori locali e per i turisti che amano il mare.

FLAG Calabrian Seafood: Antonio Alvaro, presidente – La Calabria si presenta al Seafood a Blue Sea Land 2018 di Mazara del Vallo.
Redazione Newsfood.com
Related Posts
Leave a reply