FMI: economia italiana maglia nera in Europa. Mondo a rischio recessione

Servizio di Simona Buonomano.

Nel 2008 il Pil italiano crescerà solo dello 0,3% contro la media europea dell'1,3 per cento. Rallenta la crescita mondiale, ferma al 3,7%

post 1207785600 border 1505952000

Tagged
Categorie

Nessun commento

    Nessun commento!

    Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

    Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    FMI: economia italiana maglia nera in Europa. Mondo a rischio recessione

    L'economia italiana è quasi ferma ed è quella che cresce di meno in Europa.

    Nel 2008 il Pil italiano crescerà solo dello 0,3% contro la media europea dell'1,3 per cento. Rallenta la crescita mondiale, ferma al 3,7%

    post 1207699200 border 1505952000

    L’economia italiana è quasi ferma ed è quella che cresce di meno in Europa, è questo il ritratto poco confortante del nostro paese che emerge dall’ultimo World Economic
    Outlook del Fondo monetario internazionale, pubblicato oggi, l’Fmi conferma le anticipazioni dei giorni scorsi: nel 2008 il Pil italiano crescerà appena dello 0,3%.

    Stessa crescita prevista anche per il 2008. Il rapporto deficit Pil si attesterà al 2,5% sia nel 2008 che nel 2009. Ricomincia a salire il debito pubblico, quest’anno sarà al
    103,6% del Pil, l’anno prossimo al 104%. L’Italia si conquista la maglia nera nella zona euro, dove la crescita sarà dell’1,4% quest’anno e dell’1,2% il prossimo. Negli Stati Uniti, dove
    pesa la crisi dei subprime, è quasi certa una leggera recessione, con uno o più trimestri negativi.

    Tendenzialmente nel 2008 l’economia a stelle e strisce crescerà dello 0,5% e dello 0,6 % nel 2009. Rallenta anche la crescita globale: nel 2008 il Pil del mondo salirà solo del
    3,7%. Tuttavia, avvertono i tecnici di Washington, c’è una possibilità del 25% che la crescita globale scenda al 3% o meno nel 2008 e nel 2009, il che equivarrebbe a una
    recessione mondiale.

    Tagged

    Nessun commento

      Nessun commento!

      Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

      Rispondi

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *