L’Inps, con messaggio n. 22789 del 19 settembre 2007, ha fornito precisazioni in merito ai versamenti, tramite F24, delle quote del Tfr a Fondinps.

L’Istituto, in particolare, ha sottolineato che tale Fondo non è optabile e riveste carattere residuale. Pertanto le quote di Tfr maturando confluiscono alla forma pensionistica
complementare costituita presso l’INPS quando il lavoratore ha scelto il silenzio assenso e se non si possono applicare le disposizioni che stabiliscono i criteri di destinazione del TFR a
forme pensionistiche previste dagli accordi o contratti collettivi.

L’Inps ricorda che le quote di Tfr devono essere versate a Fondinps entro il 16 del mese successivo a quello di riferimento (in coincidenza delle scadenze dell’F24), che hanno cadenza mensile e
che si riferiscono alle quote maturate nei singoli periodi di paga che, comunque, non possono essere antecedenti a “luglio 2007” (per i lavoratori già occupati al 31 dicembre 2006) o al
mese successivo a quello di scadenza del semestre a disposizione del lavoratore per esercitare la scelta (per gli assunti dal 1° gennaio 2007 in poi).
L’Istituto, infine, ha precisato che le quote di TFR relative a “luglio 2007”, “agosto 2007” e “settembre 2007” possono essere versate entro il 16 novembre, con la maggiorazione del
2,74%.

Modalità di compilazione del modello F24
L’Inps ha chiarito che nell’F24 per la causale FOIN deve essere compilato solo il campo “DA” (che deve essere anteriore o corrispondente alla data di riscossione), mentre non deve essere
valorizzato il campo “A”. Pertanto, per il pagamento degli arretrati relativi a luglio, agosto e settembre, devono essere compilati più righi con data rispettivamente 072007, 082007 e
092007 e la maggiorazione del 2,74% sarà caricata sul mese di ottobre (al quale sarà riferita anche la data “DA”).

INPS, messaggio n. 22789 del 19 settembre 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf