FOOD dal cucchiaio al mondo: Roma 29 Maggio – 8 novembre

FOOD dal cucchiaio al mondo: Roma 29 Maggio – 8 novembre

Food è una delle due esposizioni che caratterizzeranno la fine della primavera, l’estate e parte dell’autunno, visto che si chiuderà l’8 novembre. In un parallelismo con l’Expo di Milano, qui a Roma si è voluto allestire al Maxxi in una versione FOOD dal cucchiaio al mondo racconta visioni, tradizioni ed esperienze diverse presentando progetti architettonici, storie e opere d’arte in relazione con la nutrizione mondiale. Luogo di scoperta, conoscenza e consapevolezza.

La mostra a cura di Pippo Ciorra insieme allo staff del MAXXI Architettura e del MAXXI Arte è un grande progetto che coinvolge circa 2.500 metri quadri dedicati alla dimensione sociale del cibo nell’anno di EXPO Milano 2015, realizzato in collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e con il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP).

Il MAXXI ospita in questa sezione un grande cucchiaio blu, lo stesso che caratterizza le postazioni multimediali presenti a Expo Milano 2015. Il cucchiaio, è blu come la bandiera delle Nazioni Unite, è un elemento che accomuna le tradizioni culinarie di tutto il mondo, simboleggia il nutrimento, il cibo, l’assaggio e sottolinea quanto la “Sfida Fame Zero” sia globale qui come all’Expo.

La mostra si apre con la “Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre” del Domenichino, per passare alla Chashitsu, la camera per la cerimonia giapponese del tè ricostruita in dimensioni reali, alle immagini della celebre performance Pig Roast realizzata a New York nel 1971 da Gordon Matta-Clark ; alla ricostruzione della White Limousine, il ristorante mobile giapponese di 10 metri, di Atelier Bow-Wow, al cibo degli astronauti, liofilizzato e ridotto al minimo. E ancora: la fattoria del futuro di Van Bergen Kolpa Architecten, la grande pittura a parete Del Montte di Minerva Cuevas, i mercati che tornano ad essere il fulcro della distribuzione del cibo, dagli sprechi alimentari al riciclo, alla creazione di orti e tanto altro.

FOOD dal cucchiaio al mondo è organizzata in sei sezioni. Partendo dal corpo passando per la casa, la strada, la città, il paesaggio terminando al mondo, alle grandi questioni degli assetti mondiali della produzione/distribuzione del cibo nei vari continenti. Un percorso come Expo, che fa riflettere su un argomento che magari per noi occidentali è scontato, ma che va salvaguardato: la nutrizione dell’uomo, riuscire a garantire cibo sano e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri.

Valentina Colapietro
Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply