Francia – L’istituto BVA ha di recente effettuato un sondaggio dal quale è emerso che il 60% dei francesi boccia la politica economica del governo mentre il 69% lo
accusa addirittura di non sapere in quale direzione andare e di interessarsi soltanto alle prossime elezioni municipali.

Ancora più grave appare il livello di pessimismo raggiunto, con il 72% dei francesi che afferma, senza remore, di essere totalmente sfiduciato sull’avvenire economico del loro paese.

Il morale della popolazione d’oltralpe, che era balzato alle stelle dopo l’elezione del Presidente Nicolas Sarkozy, sta ora scendendo ad una soglia record sfiorata solo dai governi di Raffarin
e di Villepin. Questo è quanto sottolinea il BVA nel barometro mensile che gli è stato commissionato dal quotidiano «Les echos».

Solo il 36% apprezza la politica governativa contro un 58% che ne da, invece, un giudizio totalmente negativo. «Al di fuori dei simpatizzanti dell’UMP (il partito di maggioranza)
l’impopolarità è al momento prevalente in tutte le categorie della popolazione» commenta sempre l’istituto di statistica, che aggiunge «Invertire questa tendenza
sarà, senza dubbio, molto difficile e avverrà con l’ottenimento di migliori risultati economici e con una minore esibizione della vita privata del capo dello stato».

Valentina Cecconi