Gaia Bucciarelli: Vini Santa Giustina di Pianello Valtidone (Video)

Gaia Bucciarelli, Gaia di nome, Gaia di fatto… Gaia è anche tutta Santa Giustina!
Vinitaly 2015 –  Intervista di Giuseppe Danielli, Direttore Newsfood.com
 LA CANTINA (dal sito http://santagiustina.com)
Sapienti mani mi hanno coccolato, mentre stavo naturalmente adagiato sotto il sole
delle morbide colline della Valtidone.
Ora riposo, al sicuro, inebriato dai preziosi profumi di legni francesi.
Sarò cosi pronto per viaggiare alla scoperta del mondo.
Firmato: Barbaro, barbera barricata.

Quarant’anni fa Antonio e Gloria s’innamorarono di un antico insediamento religioso avvolto dal fascino del tempo e dall’energia di una natura rigogliosa. Decisero di riportarlo all’antico splendore, convinti che tanta bellezza non dovesse andare persa.

Oggi è la figlia Gaia a proseguire il sogno dei propri genitori e, aiutata da fratello Nicolò, ha trasformato l’azienda in una moderna cantina vitivinicola. Insieme hanno costruito un luogo magico in cui storia, vino e natura si uniscono per accogliere chiunque decida di conoscerlo.

SANTA GIUSTINA
Un piccolo borgo sui colli piacentini, una riserva di faunistico-venatoria immersa in una rigogliosa vegetazione, una chiesetta dell’XI secolo riportata all’antico splendore dalla famiglia Bucciarelli, proprietaria della tenuta da oltre 40 anni.
Non si tratta di una località turistica ma di Santa Giustina, l’azienda viti-vinicola collocata sulle colline sovrastanti Pianello Valtidone, che produce alcuni dei vini più apprezzati della tradizione enologica della provincia di Piacenza.

Orgogliosa padrona di casa è Gaia Bucciarelli, “Donna del vino” che da 10 anni amministra la tenuta capitanando una squadra di eccellenti professionisti dove le “quote rosa” sono predominanti. Caso assai raro nel mondo del vino, infatti, Santa Giustina è un’azienda dove l’elemento femminile è predominante, a dimostrazione che la passione per il territorio e per la cultura del buon vino non conoscono sesso o età.
Sviluppata su circa 100 he di terreni, di cui 30 dedicati ai vigneti, Santa Giustina è una cantina che unisce al rispetto delle tradizioni anche un’elevata attenzione per la sostenibilità dei processi produttivi, una filosofia che abbraccia l’intera filiera: dal vigneto alla cantina.
Tutti i vigneti sono immersi all’interno di una riserva faunistica di 100 ha, per questo le sostanze chimiche sono praticamente bandite. 
All’interno della cantina si trovano moderni impianti per la vinificazione e la prima maturazione in acciaio: apparecchiature all’avanguardia che permettono di seguire la produzione con metodi naturali.
 Anche la moderna zona di affinamento in barrique è stata progettata per avere in maniera naturale condizioni di temperatura e umidità ottimali.

Qui prendono vita vini realizzati esclusivamente da uve provenienti dai vigneti dell’azienda collocati nelle immediate vicinanze della cantina. Le diverse esposizioni permettono la coltivazione di differenti vitigni da cui nascono uve bianche come l’autoctono Ortrugo, la Malvasia di Candia e il Sauvignon Blanc. I rossi invece sono Merlot, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, Barbera e Croatina. Queste ultime sono la base della Doc Gutturnio, il vino rosso principe della produzione piacentina che Santa Giustina vinifica nelle classiche versioni Ferma e Frizzante.

Ed è proprio il Gutturnio Frizzante ad aver vinto quest’anno a Vinitaly il prestigioso premio PopWine, assegnato dalla Gazzetta dello Sport e dal sommelier Luca Gardini ai migliori 50 vini in Italia al di sotto dei 15 euro. Un riconoscimento che conferma come la qualità non sia una questione di prezzo ma di un’innata passione per un prodotto vivo come il vino.

29010 Pianello V. Tidone
Piacenza – Italy

T&F : +39 0523 994612
[email protected]
www.santagiustina.com

 

Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply