Gara ristorazione aeroporto di Trieste: Vince Chef Express

Gara ristorazione aeroporto di Trieste: Vince Chef Express

TriesteChef Express (Gruppo Cremonini), ha vinto la gara delle attività di ristorazione dell’aeroporto, nell’ambito dell’ambizioso piano di sviluppo della società di gestione che prevede, insieme all’incremento dei collegamenti aerei, un deciso miglioramento delle infrastrutture e dei servizi dello scalo.

Chef Express gestirà complessivamente 2 aree ristorazione distribuite nella zona Land Side al primo piano, prima dei controlli di sicurezza, e nell’area partenze successiva ai controlli, al piano terra. La durata della concessione è di 8 anni con un fatturato complessivo previsto di circa 20 milioni di Euro. La società assorbirà tutto il personale impiegato dal precedente gestore.

Nell’area partenze dopo i controlli di sicurezza aprirà uno spazio completamente nuovo, su una superficie di 300 mq, con un bar caffetteria Mokà e il format Gourmè, che offrirà anche le eccellenze tipiche del territorio. Al primo piano dell’area Land Side sarà invece ristrutturato un locale esistente di oltre 700 mq dove verranno realizzati un healthy bar – un format innovativo centrato sui concetti di salute e benessere – e un ristorante  a marchio Gusto.

“Con la presenza in questo nuovo aeroporto – ha spiegato Cristian Biasoni, AD di Chef Expressproseguiamo nella nostra strategia di espansione delle attività di ristorazione nel canale aeroportuale italiano, che prevede il traffico di viaggiatori in costante crescita nei prossimi anni in vari aeroporti. Nel caso di Trieste, in particolare, siamo in presenza di un piano di sviluppo importante, con significativi investimenti che porteranno una forte crescita di passeggeri per il 2020: siamo particolarmente soddisfatti di poter affiancare la società di gestione dell’aeroporto in questo progetto e abbiamo messo a disposizione il nostro know-how per garantire ai passeggeri e alle centinaia di persone che lavorano nell’aeroporto i servizi di ristorazione più innovativi, diversificati per tutte le esigenze”.  

“Siamo soddisfatti della proposta di Chef Express che prevede un’ampia scelta di prodotti e servizi ed un allestimento moderno e confortevole  – commenta Marco Consalvo, Direttore Generale di Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.A. in linea con il nostro programma di sviluppo dell’aeroporto. Nelle prossime settimane, con il completamento dei lavori e l’ampliamento dell’area partenze, i nostri passeggeri potranno finalmente godere di una ristorazione di ottimo livello”.

In Italia Chef Express, oltre alla leadership nelle stazioni ferroviarie e una forte presenza sulle autostrade, opera nel segmento aeroportuale da diversi anni  ed è presente con una settantina di punti vendita in 10 aeroporti italiani: oltre a Trieste, Milano Linate, Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Roma Ciampino, Genova, Bergamo Orio al Serio, Parma, Pisa, e Cagliari.

Chef Express nel 2015 ha realizzato ricavi totali consolidati per oltre 511,3 milioni di Euro, di cui l’81,4% derivante dalle attività in concessione (stazioni, aeroporti e autostrade in Italia, e a bordo treno all’estero). Nel settore della ristorazione in concessione Chef Express è leader in Italia nel mercato dei buffet di stazione, con 144 punti vendita in 48 scali ferroviari, è presente anche nel settore della ristorazione aeroportuale, con 72 punti vendita in 10 aeroporti
italiani, e gestisce 43 aree di ristoro con 90 punti vendita sulla rete autostradale italiana e sulle strade di grande comunicazione. Nel mercato della ristorazione a bordo treno Chef Express è leader in Europa con oltre 320 treni serviti quotidianamente in 6 Paesi Europei e in Turchia. Infine nella ristorazione commerciale controlla la linea di ristoranti di carne a marchio Roadhouse Restaurant, che oggi conta 85 locali  in Italia.

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply