Garda: I° Festival del Pesce d’Acqua Dolce…senza pangasio

Garda: I° Festival del Pesce d’Acqua Dolce…senza pangasio

Sabato 18 settembre, ore,07,35 (giornata nuvolosa ma il lago è un incanto)
Hotel Garden a Garda sul Lago di Garda (3G).

Oggi e domani conosceremo i 3 Chef (3C), in realtà ieri siamo già stati ospiti di Isidoro Consolini, al ristorante “Del Porto” di Torri del Benaco. Pesce di lago e
creatività da grande cuoco, cucinati da chi conosce il mestiere e riesce a farti gustare sapori in equilibrio con grande maestria, senza magie o “quadri astratti”.

Lunedì saremo al Congresso internazionale sull’olio d’oliva del Prof. Claudio Peri, quello della 3E

Oggi alle 10,30 inizia il Convegno
Si parla tanto di eccellenze e prodotti del territorio, si critica la massiccia presenza di prodotti stranieri (e molti, per una astrusa legislazione incomprensibile anche ad operatori
esperti) vengono immessi sul mercato con un bel marchio “Made in Italy” solo perchè vengono “lavorati” o confezionati in Italia! In ogni Comune, provincia, territorio si stanno facendo
sforzi notevoli per promuovere e far scoprire i prodotti del territorio, quelli a “chilometri zero” e poi finita la festa, tutti tornano a consumare gli snack, le merendine pronte, i panettoni
prodotti sei mesi prima, i precotti, i piatti pronti: non siamo esperti nutrizionisti e non abbiamo certo i titoli per insegnare alla gente come si deve alimentare in modo sano.

Mangiamo male e ci facciamo del male.
E’ come se avessimo il nostro orto con le verdure coltivate senza pesticidi e andassimo a fare la spesa in un discount alimentare dove è il prezzo “all’osso” il suo punto di
forza.

Per il pesce stiamo facendo lo stesso errore. Abbiamo pesce pregiato in casa (nutriente, sicuro e salutare) ma ci ostiniamo ad acquistare quello di importazione, magari già pronto: il
cuore di filetti di merluzzo diliscati e già impanati, le polpettine di pesce (al piombo) pescato nell’oceano indiano, le fettine di palombo (a volte spacciato per pesce spada) …i
filetti di pangasio (nell’immaginario della signora Maria considerato un pregiato pesce di mare ed invece non è altro che un pesce originario del Mekong e nel Chao Phraya in
Asia.

Vive ed è allevato in acque “dolci” ma di certo non si conosce quanto siano pulite e neppure crediamo che ci sia un Disciplinare da rispettare circa i mangimi coi quali vengono
nutriti.

Non pensate che sia meglio sapere un po’ di più sui nostri pesci?
Il 1° Festival del pesce d’acqua dolce a Garda potrebbe essere l’occasione giusta per conoscere i tesori dei nostri laghi e dei nostri fiumi.
E la conoscenza, data da esperti a disposizione degli interessati,  è accompagnata dall’assaggio di piatti cucinati da grandi Chef, affinchè anche le papille gustative
possano assaporare e ricordare i veri gusti piacevoli, oltre che salutari.

Rialleghiamo il Comunicato Stampa ed il Programma

Garda (VR), Palazzo Carlotti, Piazzetta Carlotti  
Dal 16 al 20 settembre 2010 sarà Garda ad ospitare il I° Festival dedicato al Pesce d’Acqua Dolce, specialità ittica di grande valore gastronomico che l’evento si propone di
promuovere attraverso una serie di attività volte alla valorizzazione della cucina a base di pesce d’acqua dolce.
All’interno dell’articolata kermesse culinaria (prevista a luglio poi rinviata), troveranno ampio spazio le degustazioni aperte al pubblico, gli assaggi e gli
incontri con chef stellati provenienti dall’area gardesana e trentina che proporranno le loro specialità più gustose e creative e si sfideranno in piazza a colpi di fornello per
aggiudicarsi il premio per il miglior primo e secondo piatto in tema con la manifestazione.

L’evento, aperto agli operatori del settore, i media e a tutto il pubblico degli amanti di questa variegata tipologia di pesce, ha come obiettivo principale la promozione, la diffusione della
conoscenza del prodotto e la rivalutazione della cucina di pesce d’acqua dolce del Veneto che oggi può fungere da importante volano per ampliare il turismo lacustre anche in media e bassa
stagione.
La prima edizione del Festival del Pesce d’acqua dolce inoltre vuole fare il punto sulla situazione produttiva e qualitativa del settore, nonché promuovere le grandi possibilità di
questo pesce in cucina in quanto alimento tra i più sani, ricco di proteine, povero di grassi, fonte delle vitamine più importanti.

A seguito del progetto presentato daI Comune di Garda, il Festival del Pesce d’acqua dolce è un progetto finanziato con i fondi FEP – Fondo Europeo per la Pesca e dalla Regione Veneto e
realizzato dal Comune di Garda, la Cooperativa fra Pescatori di Garda ed il Club del Sapori che ne ha curato l’ideazione e l’organizzazione.

Hanno aderito all’iniziativa inoltre i seguenti Consorzi ed aziende del settore:
API – Associazione Piscicoltori Italiana, Astro Trote, Consorzio Tutela Vino Custoza Doc, A.I.P.O. Verona con l’ Associazione Ristoratori Garda.

Il convegno: “Il pesce d’acqua dolce: la tradizione da rilanciare
nella ristorazione”
Appuntamento sabato 18 settembre alle ore 10.00 nelle sale dello splendido Palazzo Carlotti di Garda con un convegno aperto al pubblico, ai ristoratori e agli operatori del comparto ittico.
Il tema del convegno collega la tradizione delle “antiche ricette a base di
pesce lacustre” alla qualità dell’acquacoltura odierna e della certificazione secondo le normative UE.
Un confronto culturale sui prodotti lacustri non proposti adeguatamente dai
ristoratori, su un’immagine da valorizzare con un marchio regionale di qualità, su una maggior diffusione di tale pesce sul Garda, sulla qualità degli allevamenti ittici.

Al convegno interverranno personalità di spicco, esperti del settore e giornalisti. Ad aprire i lavori – moderati dallo scrittore e giornalista enogastronomo Carlo G. Valli – sarà
il sindaco del Comune di Garda, Antonio Pasotti, che porterà il saluto di Garda, unico comune lacustre che ha un attivo gruppo di pescatori. Tra gli altri, interverranno Davide Bendinelli,
Consigliere Regionale con delega alla pesca e già Sindaco di Garda; Alvise Vittori, uno dei maggiori esperti italiani di pesce lacustre; Albino Pezzini, Presidente di
A.I.P.O. Verona che ha coordinato la Dop sul pesce lacustre; Bruno Nestori, Presidente Regionale Confcooperative; Omar Simonelli, Presidente della Cooperativa fra Pescatori di Garda; Ivano
Confortini, responsabile del Servizio Caccia e Pesca della Provincia di Verona; Pier Antonio Salvador, Presidente A.P.I.; Giorgio Vedovelli, storico delle tradizioni lacustri; Costantino Cipolla,
Sociologo dell’Università di Bologna; Livio Parisi, storico del pesce di lago e ristoratore; Giulio Biasion, Presidente Club dei Sapori e ideatore dell’evento.
Chiuderà i lavori Fabio Venturi, VicePresidente Provincia di Verona –
Assessore pesca e ambiente.

LE DEGUSTAZIONI
Le degustazioni apriranno al pubblico sabato e domenica dalle ore 10,00 alle 12,30 – dalle 17,30 alle ore 20.00 nella bella cornice della Piazzetta Carlotti, vicino al Palazzo del Comune.
Alcuni tra i più noti Chef veneti presenteranno le “Ricette del pesce di lago e
d’acquacoltura” e si sfideranno nella preparazione di prelibati piatti con queste varietà ittiche.
Le degustazioni avranno come elemento base il pesce di lago e d’acqua dolce, che trova uno straordinario accostamento con l’olio extravergine di oliva del Garda e con i vini del Consorzio Tutela
Custoza Doc, degno complemento dei prodotti ittici proposti dalla Cooperativa fra Pescatori di Garda, dall’Associazione Piscicoltori Italiani e da Astro Trote.

GLI CHEF
– Isidoro Consolini, ristorante “Del Porto” di Torri del Benaco;
Ivo Miorelli, de “La Terrazza” di Torbole;
Stefano Aldreghetti, ristorante “Da Poggi” di Venezia.

ASSAGGI E VENDITA DI PESCE
Degustazioni “Il Lago a tavola”
 
Banchi con presentazione, assaggi e vendita dei prodotti ittici proposti da Cooperativa fra Pescatori.
Giovedì e venerdì dalle 16.00 alle 19.30 e lunedì dalle 10.30 alle 12.30 in Piazza Carlotti) verranno offerti alcuni piatti a cura dell’Associazione
Ristoratori Garda.

PERCHE’ PESCE DI LAGO E D’ACQUA DOLCE
La produzione del pesce di lago e d’acqua dolce è una piccola parte del settore ittico rispetto alla pesca marittima, ma ha grande importanza
economica a livello locale e rappresenta una preziosa base culturale e di tradizioni legate al territorio in molte realtà del nostro Paese.
Si pensi ai molti specchi d’acqua presenti e alle comunità che da sempre traggono sostentamento dalle acque interne per capire l’importanza sociale ed economica dell’attività di
pesca che vi si svolge.
Il Lago di Garda offre ancora oggi alcune tipologie di pesce rare e pregiate.
I salmonidi costituiscono il pesce più pregiato e di questa famiglia fa parte il carpione, specie esclusiva del lago.
Anche la trota ed il salmerino ne fanno parte.
Per aspetti commerciali sono importanti il persico reale, l’anguilla, il coregone o lavarello e il luccio.
Altri pesci presenti nelle acque del “Benaco” sono la tinca, l’alborella, il cavedano, il barbo e la carpa, tutti della famiglia dei ciprinidi, nonchè l’agone e la bottatrice, ricercata
per la bontà delle sue carni senza lische.

L’acquacoltura è uno dei comparti più vitali del settore: ha contribuito alla sua crescita la sperimentazione e lo sfruttamento di tecniche già collaudate nella
zootecnia.
Lo sviluppo dell’acquacoltura è cresciuto grazie ad una rapida evoluzione delle tecniche produttive, nella riproduzione artificiale dell’ambiente, dei
mangimi e dei modi d’allevamento.
L’acquacoltura d’acqua dolce è rappresentata dall’allevamento dei salmonidi, dove la trota è la specie più allevata in Italia, dei ciprinidi (carpa, tinca, ecc.), degli
ictaluridi (pesce gatto), degli acipenseridi (storione), degli anguillidi e di altre specie minori (luccio).

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI A GARDA (I° Festival del Pesce d’Acqua Dolce – dal 16 al 20 settembre 2010)
 
Giovedì 16
– Ore 17,00-20,00 : Inaugurazione Festival in Piazza Carlotti, a seguire degustazioni di pesce d’itticultura a cura di Astro Trote e API con l’Associazione Ristoratori Garda.
Ore 20.30 : spettacolo di musica classica

Venerdì 17
– Ore 17,00-20,00 : Degustazioni di pesce d’acqua dolce a cura di API con l’Ass. Ristoratori Garda
Ore 20.30 – spettacolo di jazz

Sabato 18
– Ore 10,00 – 13,00 : Convegno: “Il pesce d’acqua dolce: la tradizione da rilanciare nella ristorazione”
– Ore 11,00 – 12,30 : degustazione con lo chef Ivo Miorelli, Ristorante La Terrazza, Torbole
– Ore 18,00 – 20,00 degustazione con lo chef Stefano Aldreghetti, Ristorante Da Poggi, Venezia
– Ore 21,00 : spettacolo ‘Grande Concerto lirico’

Domenica 19
– Ore 11,00-12,30 :  degustazione con lo chef Stefano Aldreghetti, Ristorante Da Poggi, Venezia
– Ore 18,00 – 20,00 : degustazione con lo chef stellato Isidoro Consolini, Ristorante del Porto, Torri del Benaco
– Ore 21,00 : spettacolo ‘Concerto Gospel’

Lunedì 20
– Ore 11,00-13,00 : degustazioni di oli extravergini veronesi e pesci di itticultura a cura di AIPO Vr, API con Ass. Rist. Garda

Maggiori info:

1° Festival del Pesce d’acqua dolce
Garda, 16-17-18-19-20 Settembre 2010  
Ideazione: Club dei Sapori – Segreteria logistica: Comune di Garda – Ufficio Turismo, tel. 045.6208444
E-mail: [email protected]
 

Giuseppe Danielli
Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply