Geoviaggiando rafforza la sua proposta di viaggio e amplia il panorama delle destinazioni

 

Dopo i successi dei primi anni Geoviaggiando rafforza la sua proposta di viaggio ampliando il panorama delle destinazioni. Le proposte di viaggio tutte accomunate da un unico filo
conduttore, sono raggruppate in quattro distinti Macro-Ambienti: Deserti, Foreste, Vulcani e Ghiacciai. Per ogni distinto Macro-Ambiente vengono individuati temi precisi che divengono
il live-motive del viaggio: osservare gli ambienti nelle loro diverse forme, comprendere l’importanza di un bene prezioso come la diversità della Natura, affrontare i
rischi di un uso non razionale delle risorse naturali.

I viaggi creati e disegnati sul territorio del pool di Tour Operator di Geoviaggiando si rivolgono a tutti gli appassionati di Natura, affascinati dalle mutevoli forme del paesaggio. La
programmazione di viaggio è aperta a viaggiatori individuali e piccoli gruppi, in questo caso accompagnati da un esperto di Scienze Naturali. Ogni viaggiatore è un
potenziale promotore dei principi che distinguono questi viaggi, per questo motivo, Geoviaggiando organizza incontri di presentazione e preparazione, finalizzati a far comprendere a
pieno i valori del Geo-Viaggo.

Tra le novità del 2009, oltre alla creazione di una rete nazionale di GEO-Agenzie, la possibilità per tutti di partecipare ai Viaggi Ricerca di Geoviaggiando. Una
esperienza affascinante per vivere da vicino autentiche esplorazioni a sfondo scientifico. Questi i luoghi e i temi per le ricerche 2009:

Wadi Rum Giordania – Le incisioni rupestri di Anfashieh. I cambiamenti del clima e la conseguente trasformazione del paesaggio. Insieme ad un geologo si osserveranno da vicino le
importanti incisioni rupestre rinvenute nel deserto giordano del Wadi Rum, per comprendere come il paesaggio possa essere mutato nel tempo al variare delle condizioni climatiche.

Lagunas de Montebello Messico – I cenotes. Dai processi di dissoluzione chimica delle acque alla formazione di imponenti circuiti carsici sotterranei. L’evoluzione di un paesaggio che
lega la sua formazione al lento ed inesorabile lavoro delle acque.

Skaftafell National Park Islanda – Le importanti diversità di un paesaggio stretto tra la fronte del ghiacciaio più grande d’Europa il Vatnajokull e le colate laviche di
Lakagígar.

Madagascar – L’attività erosiva delle acque sulle rocce calcaree e la conformazione di paesaggio carsico sub-tropicale.

Cueva de Milodon Parco Nazionale Torre del Paine – Cile. I resti fossili del bradipo gigante, vissuto fino a circa 10000 anni fa, per ricostruire l’evoluzione di un paesaggio dominato
dai ghiacciai.

Tutta la programmazione raccolta nel catalogo 2009 è consultabile sul sito internet www.geoviaggiando.it o richiedibile all’indirizzo mail [email protected]

Leggi Anche
Scrivi un commento