Germania: contro l’influenza A, ecco il vaccino solo per i VIP. Ed è polemica

Germania: contro l’influenza A, ecco il vaccino solo per i VIP. Ed è polemica

In Germania sono arrivate le prime dosi del vaccino contro l’influenza A ma questo, più che sollievo ha sollevato un’ondata di polemiche ed indignazioni. Secondo la versione on-line di
“Der Spiegel”, le autorità avrebbero ordinato due vaccini diversi: uno (creato dalla GlaxoSmithKline, o GSK, contenente un additivo potenzialmente pericoloso) destinato ai cittadini
politici, l’altro (Creato dalla Baxter e ritenuto più sicuro) riservato ai militari ed ai politici di alto livello.

Adesso, il Paese è diviso tra colpevolisti (che ritengono che il vaccino di serie B portatore di effetti sgradevoli come febbre e mal di testa) ed innocentisti, che invece dipingono il
farmaco della GSK sicuro; in mezzo, i politici di Berlino che tentano di mettere una pezza diplomatica alla vicenda.
Ulrich Wilhem, portavoce della cancelliera Angela Merkel ha subito negato come la Merkel sia stata sottoposta a un vaccino diverso da quello dei normali cittadini tedeschi. In più, egli
ha aggiunto come il vaccino della Baxter, sia stato ordinato 4 mesi fa all’interno di un accordo risalente a molto tempo fa.

Ma tali spiegazioni non convincono, specialmente gli addetti ai lavori.

Spiega il dottor Martin Exner, capo dell’Istituto di Igiene e salute pubblica dell’Università di Bonn: “Il fatto che politici e funzionari ai vertici dei ministeri saranno vaccinati con
un siero diverso da quello delle altre persone è un segnale terribile”.

Gli fa eco il collega Alexander Kekule dell’University Hospital di Halle: “E’ uno scandalo che componenti del governo federale e autorità ricevano un vaccino diverso”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento