È nato in Israele, e precisamente a Gerusalemme, il primo bar ‘analcolico’. Il locale, ristorante e lounge bar, serve colorati e gustosi cocktail rigorosamente senza alcol.
Il bar è stato realizzato grazie al Lev Hàir Community Center e al Comune di Gerusalemme, nella volontà di creare un luogo di aggregazione per i giovani, anche senza la
presenza dell’alcol. Il progetto, come spiega Netanel Mazeh, coordinatore per i giovani del centro culturale Lev Hàir, è nato proprio dal laboratorio del centro giovanile che
raccoglie ragazzi e ragazze di tutte le religioni dai 16 ai 18 anni. “I ragazzi ci chiedevano proposte alternative per la vita notturna di Gerusalemme e questo bar è una risposta”,
afferma Mazeh. Il progetto ruota intorno alla cultura ‘sobria’:”L’idea – aggiunge Mazeh – è di creare un luogo di aggregazione in cui i ragazzi possano incontrarsi senza che l’alcol
giochi un ruolo centrale”. Secondo la legge israeliana i ragazzi al di sotto dei 18 anni non possono entrare nei bar e nei pub. Ma la legge viene quasi sempre disattesa. La moda dei bar
analcolici è importata dal centro Europa dove sono numerosi i locali che offrono ai giovani clienti cocktail colorati ma a basso o nullo contenuto alcolico.

www.puntobar.com