La manifestazione si svolgerà domenica prossima 3 giugno presso l’antica miniera di Blegny. Un grande stand della confederazione con tutte le migliori specialità
agroalimentari regionali. Si parlerà anche dei cinquant’anni del Trattato di Roma.

In Belgio sarà una festa di colori e di sapori. Una festa di cultura e di musica. Una festa di grande spettacolo. Questo il senso della “Giornata Italiana” che si
svolgerà domenica prossima 3 giugno presso l’antica miniera di Blegny, a circa venti chilometri da Liegi. A promuoverla è stato il Consolato Generale d’Italia a Liegi
e il Comitato degli Italiani all’estero di Liegi, in collaborazione con le associazioni italiane della Provincia di Liegi. Un evento che vedrà tra gli organizzatori anche la
Cia-Confederazione italiana agricoltori (sarà presente il presidente nazionale Giuseppe Politi), la quale per l’occasione allestirà un grande stand con i prodotti
agroalimentari tipici e di qualità di tutte le nostre regioni.

La scelta di Liegi, e in particolare di Blegny Mine, non è affatto casuale. Qui vive e lavora una delle più grandi comunità italiane al di fuori dell’Italia. Un
momento, quindi, per evocare i luoghi dove sessant’anni fa gli emigrati italiani, molti figli di agricoltori, furono veri protagonisti. E la Cia ha inteso partecipare proprio per esaltare
questa significativa presenza, fatta da tanta gente che, lontana dalla loro terra d’origine, con sacrificio e lavoro, ha contribuito alla crescita economica e sociale.

La “Giornata Italiana”, che coincide con Festa della Repubblica del 2 giugno, vuole essere anche l’occasione per celebrare i cinquant’anni del Trattato dio Roma. Si
terrà, infatti, un momento di dibattito, animato da deputati italiani eletti all’estero e da parlamentari europei, italiani e belgi. Particolare attenzione verrà dedicata
alla libertà di circolazione delle persone nell’Unione europea e all’evoluzione del concetto di cittadinanza europea.

Quella di domenica prossima -sottolinea la Cia- è la terza edizione della “Giornata Italiana”. La prima edizione vide la partecipazione di più di 6.000 persone, mentre
la seconda rappresentò, lo scorso anno, il momento culminante delle celebrazioni del sessantesimo anniversario degli accordi italo-belgi del 1946 sull’emigrazione italiana.

Nel corso dell’iniziativa, oltre alla degustazione delle migliori specialità agroalimentari regionali offerte dalla Cia, sarà possibile assistere a dimostrazioni sportive,
spettacoli teatrali e musicali, proiezioni cinematografiche, mostre ed animazioni per bambini.

Come lo scorso anno, la “Giornata Italiana” si chiuderà con un grande concerto. Sarà Al Bano Carrisi ad esibirsi a Blegny Mine, sempre nella giornata di domenica 3
giugno, alle ore 21.

www.cia.it