Giornata mondiale dei negozi di musica e dischi

Un momento di riflessione, di partecipazione e di protesta per rilanciare insieme la cultura della musica nelle città italiane attraverso i negozi che ne sono i principali custodi e
strumenti di diffusione, contro ogni forma di illegalità, falsificazione e concorrenza sleale.

«Vorremmo che fosse soprattutto questo, domani 19 aprile, la Giornata Mondiale dei Negozi di Musica e Dischi – sottolinea Norina Vieri presidente di FISMED Confesercenti, l’associazione
della distribuzione di strumenti musicali e dischi – e siamo molto contenti che anche in Italia ci si attivi, in sinergia con tutti i rappresentanti della filiera della musica.«
«Negli ultimi anni l’impegno da parte nostra è stato per sopravvivere dovendo lavorare nel regime di monopolio delle multinazionali, con poca collaborazione da parte loro
nell’affrontare i problemi del mercato.

Con l’avvento delle nuove tecnologie, del racket delle copie pirata, dei download più o meno legali – spiega la Vieri – ci troviamo di fronte a chiusure sistematiche di negozi di dischi
specializzati con la perdita di patrimoni culturali e di professionalità».

Se, al contrario, vogliamo che questa tendenza si fermi o meglio che si inverta sono necessarie diverse azioni su più piani:
– un movimento di opinione che capisca l’importanza culturale della nostra presenza nel territorio;
– una forte volontà politica trasversale, fortunatamente manifestatasi in questi ultimi mesi, tesa ad abbassare l’Iva dal 20 al 4% per far diminuire ulteriormente il prezzo del
supporto;
– una collaborazione costruttiva in luogo dell’attuale conflittualità fra noi e le major, così come oggi avviene con le etichette indipendenti che rappresentano per noi linfa
vitale per la diffusione dei prodotti di nicchia;
– non da ultimo, una regolamentazione della concorrenza sleale e delle vendite sottocosto da parte della grande distribuzione e delle edicole.
«Domani, 19 aprile – conclude la presidente di Fismed Confesercenti – tutti i cittadini sono invitati nei negozi di musica e dischi per reimpossessarsi della musica che più amano e
per assistere a piccoli concerti ed altre iniziative promozionali».

Related Posts
Leave a reply