In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, istituita dall’Onu per diffondere una maggiore sensibilità sulle tematiche ambientali, Confagricoltura sottolinea
l’importanza di promuovere azioni concrete che implichino un forte impegno di tutti i Paesi.

In tale contesto – spiega l’Organizzazione agricola – il vertice del G8 assume un significato estremamente importante, viste le divergenze esistenti sulla lotta al riscaldamento del
pianeta, problema che sta penalizzando anche l’attività agricola con fenomeni come la siccità, le alluvioni, la desertificazione, la perdita di prodotti.

Come assume grande importanza il DPEF – aggiunge Confagricoltura – documento di programmazione economica in preparazione proprio in questi giorni dal parte Governo italiano, che dovrà
essere di stimolo per lo sviluppo di una corretta politica ambientale per i prossimi anni.

Le attività agricole e forestali svolgono e ancor più potranno svolgere – rimarca la Confagricoltura – un ruolo fondamentale, per la salvaguardia ambientale ad esempio, attraverso
l’importante contributo allo sviluppo di energie rinnovabili ed alla sostituzione delle fonti energetiche di origine fossile.

Per tale motivo occorre incentivare azioni concrete dirette a:
• creare le giuste condizioni per favorire gli investimenti nel settore agroenergetico;
• applicare i TEE (titoli di efficienza energetica) anche alle strutture agricole;
• rendere remunerativa anche la produzione primaria diretta alle filiere energetiche come i biocombustibili;
• incentivare la produzione di biogas destinato alla messa in rete del metano;
• riconoscere il ruolo del settore agricolo e forestale nel “sequestro di carbonio”.

www.confagricoltura.it