Giuseppe Barile premiato dalla Camera di Commercio di Bari

Giuseppe Barile premiato dalla Camera di Commercio di Bari

La Camera di Commercio di Bari assegna il premio di “Impresa storica” al Panificio La Maggiore di Giuseppe Barile, fondatore del Pane DOP di Altamura; mentre alla manifestazione di Spoleto Art Festival sono in due ad essere premiati: Giuseppe Barile come imprenditore internazionale e il giornalista e scrittore Giovanni Mercadante nel campo della letteratura internazionale.

Le imprese che fanno storia arricchiscono il territorio con i loro prodotti e inorgogliscono la comunità. L’impresa significa sviluppo, cultura, occupazione, crescita economica. La cerimonia di premiazione svoltasi venerdì 27 settembre 2019 nel salone delle conferenze della Camera di Commercio di Bari ha visto sfilare su un parterre importante numerosi imprenditori, i quali nati dal nulla si sono resi protagonisti nelle loro attività nella lunga temperie della vita. Il presidente della Camera di Commercio, Alessandro Ambrosi, portando i saluti dell’Ente che rappresenta, ha detto che alle imprese storiche va riconosciuto il grande merito del lavoro fatto di sacrifici e di successi riverberatisi nel ricambio generazionale.

La Camera di Commercio è la casa delle piccole e medie imprese; il futuro dell’Italia dipende soprattutto da loro. Le imprese sono come gli essere viventi: nascono, crescono e muoiono, ma possono continuare a vivere se sono sostenute dai successori nel ricambio generazionale. Qui si innestano le storie di famiglia. Il fondatore nasce con la vocazione di fare impresa coinvolgendo nel tempo anche la famiglia. Le aziende storiche possono essere d’esempio per i giovani desiderosi di emulare imprenditori coraggiosi. Da sottolineare che le piccole imprese sono la spina dorsale dell’economia nazionale. Purtroppo sono molte le aziende che chiudono parlandone male; mentre si parla poco di quelle che restano per meritare l’apprezzamento da parte della società.

L’Assessore allo Sviluppo Economico, Carla Palone del Comune di Bari, dal canto suo ha detto che ci vogliono muscoli e cervello per far camminare le imprese. Lei appartiene ad una famiglia di imprenditori e conosce perfettamente le dinamiche di un’impresa per resistere sul mercato. I premiati che hanno avuto il prestigioso riconoscimento di “impresa storica sono 39, tra questi un volto noto di Altamura che potrà fregiarsi dell’autorevole titolo sulla loro carta intestata: Panificio La Maggiore di Giuseppe Barile fondatore del Pane DOP di Altamura.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche i famigliari; per G. Barile, il nipote dott. Niccolò Montesano, regista e documentarista internazionale. Il premio è consistito nel rilascio di un diploma di benemerenza e nella consegna di una targa. Giuseppe Barile è alla 3^ generazione; figlio d’arte, si può affermare senza ombra di dubbio che grazie a lui l’immagine di Altamura ha varcato i confini nazionali facendo apprezzare il prodotto più povero della terra, ma nobile per il suo simbolo protetto dalla denominazione d’origine, appunto DOP.

Altro importante premio è stato assegnato a Giuseppe Barile, come imprenditore internazionale, dalla Giuria del Spoleto Art Festival il 29 settembre 2019 nell’ambito del premio “Pace-Libertà e Diritti Umani”, la cui manifestazione è alla VI edizione. Il riconoscimento gli è stato conferito in combinazione con il giornalista e scrittore Giovanni Mercadante che ha presentato il libro “Altamura e il suo Pane DOP”, in cui viene storicizzata la figura di G. Barile, fondatore della DOP e per aver portato agli onori della tavola il famoso prodotto di Altamura.

Il Menotti Art Festival è una manifestazione di grande respiro internazionale, organizzato dall’Associazione culturale Italia-Olanda-Suriname Fajaloby in collaborazione con Divimpex Consulting, diretto da due prestigiose personalità dello spettacolo: Marcia Sedoc, Presidente; e dott. Frank Olivier Saye direttore artistico che hanno dimostrato ampia capacità logistica e scelta dei partecipanti: artisti di varie discipline (arti visive, scultoree, di installazioni), galleristi, scrittori, critici letterari, giornalisti. Premiata anche la giornalista della Redazione internazionale di Matera Nicoletta Montesano, con la targa “PACE-LIBERTA’ E DIRITTI UMANI” per l’impegno profuso nel coordinamento di partecipanti provenienti da molte regioni italiane.

Gli eventi, spalmati in 4 giorni (27-30 settembre 2019), sono stati animati da personaggi di alta cultura. Un corposo catalogo (con copertina impreziosita dall’opera di Marco Gallotta e retrocopertina con opera di Jan Jansen Geert) ha accompagnato le firme del Presidente Prof. Luca Filipponi; del direttore artistico M° Prof. Sandro Trotti; ed del Presidente della Commissione M° Prof. Sandro Bini. La manifestazione era estesa per
tutta Spoleto con 110 location espositive e 2000 artisti; fulcro dell’evento, l’antico Palazzo Leti-Sansi nei pressi di Piazza del Mercato, il cui piano nobile è riccamente decorato con medaglioni e stemmi delle due Casate pregni di fascino.

La postazione del Panificio La Maggiore, supportata da due pannelli espositivi del libro di G. Mercadante durante l’evento, proponeva una ricca campionatura di pane di Altamura DOP e un vassoio per la degustazione. Omaggio che è stato apprezzato da tutti i visitatori, da artisti e letterati partecipanti alla manifestazione provenienti da regioni italiane e dall’estero, come dall’Olanda e dal Suriname.

Un altro prodotto che non è passato inosservato è stato l’Elisir Seta Rossa dell’azienda vinicola Michele Setaro di Battipaglia che ha fatto compagnia al pane di Altamura.

 

Giovanni Mercadante
Newsfood.com

=============================================

giovanni-mercadante-giornalista

Giovanni Mercadante
Corrispondente da Altamura per Newsfood.com
Altamura, capitale dell’Alta Murgia Barese

 

 

 

==========================================

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento