Buona la qualità delle acque delle province di Genova, Imperia e Savona, eccezion fatta per le foci dei fiumi analizzate, dove la fotografia scattata dal laboratorio mobile dei tecnici
del Cigno Verde ha rilevato un inquinamento oltre i limiti previsti dalla legge.
Goletta Verde, la storica campagna estiva di Legambiente, realizzata con il contributo di Vodafone Italia e Italgest Mare, e la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e tutela del
territorio e del mare, scandaglia mali e virtù dei mari e delle coste italiane, a caccia di inquinamento, abusivismo edilizio e casi di illegalità, ma anche di buone pratiche e
casi di eccellenza nella gestione del patrimonio ambientale del Belpaese.
La situazione delle acque di balneazione lungo le coste delle province di Genova, Imperia e Savona è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a bordo della Goletta Verde
ormeggiata al Molo Vecchio del Porto Antico di Genova alla presenza di Mirko Laurenti, portavoce di Goletta Verde; Franco Zunino, assessore all’Ambiente Regione Liguria; Santo Grammatico,
coordinatore generale Legambiente Liguria; Cecilia Cuneo, Arpal, settore Ambiente marino costiero.
Oramai da quattro anni, i laboratori mobili di Legambiente, oltre ai parametri previsti dalla legge italiana, analizzano anche gli Escherichia Coli, batteri che vivono esclusivamente
nell’intestino umano, e che sono il nuovo parametro di riferimento della direttiva europea poiché danno una dimensione molto precisa dell’inquinamento di origine antropica.
“Per il XXII anno consecutivo Goletta Verde si fa portavoce della tutela dei mari e delle coste italiane, passando al microscopio anche le acque liguri. I risultati riscontrati nelle province
di Genova, Imperia e Savona – ha dichiarato Mirko Laurenti, portavoce di Goletta Verde – ci presentano uno spaccato piuttosto positivo. Teniamo però a precisare che le analisi di Goletta
Verde forniscono una fotografia istantanea della situazione delle acque relativa al momento del prelievo. Ci preoccupa il fatto che fin dalla prima tappa vengano confermate le tendenze
protagoniste degli ultimi anni: ancora una volta problemi alle foci dei fiumi, sintomo di politiche poco attente agli scarichi fognari, competenza delle amministrazioni locali, che vengono qui
palesate dai negativi esempi delle foci dei fiumi Entella, Centa, S. Lucia, Roja e Rio Poggio”.
Nelle acque qui prelevate è stata riscontrata una concentrazione di Coliformi fecali ed Escherichia coli ampiamente fuori dai limiti consentiti dalla legge.
“I dati presentati stamani dalla Goletta Verde confermano una situazione complessivamente positiva per quanto riguarda le acque di balneazione delle tre province interessate. – ha commentato
Franco Zunino, assessore all’Ambiente Regione Liguria – Resta evidente il problema riguardante la manutenzione ordinaria degli impianti fognari del territorio a monte del mare, che
inevitabilmente vanno a influenzare la qualità delle nostre acque marine. Sarebbe opportuno che Regione, Province e Comuni si impegnino per lavorare con più efficacia e costanza
sulle foci dei fiumi, che a oggi rappresentano la maggiore fonte di inquinamento per l’arco ligure”.

In linea generale, per quanto concerne i 9 campionamenti effettuati in provincia di Genova, insieme alle foci dei fiumi Entella e Rio Poggio, anche quest’anno è risultata al limite la
concentrazione degli Enterococchi fecali nel punto di prelievo di Rapallo. In provincia di Imperia, 8 dei 9 campioni prelevati sono risultati a norma: ma anche in questo caso le analisi hanno
evidenziato una carica microbiologica fuori legge in prossimità di un fiume: il Roja (Ventimiglia). Non dissimile la situazione riscontrata in provincia di Savona, con 6 campioni su 7
nei limiti: completamente fuori norma solo la foce del fiume Centa.
“Anche se i dati della Goletta Verde sono confortanti, non possiamo essere soddisfatti della politica della depurazione – ha precisato Santo Grammatico, coordinatore generale Legambiente
Liguria – Ci sembra incredibile che nel solo mese di giugno si siano verificati casi di inquinamento a Genova, dove il maggior sospettato è il depuratore di Punta Vagno, a Bogliasco e
Pieve Ligure per non dimenticare l’esplosione della condotta fognaria di Savona. Per una Regione che punta alla certezza della risorsa turismo, la risposta non può essere l’incertezza
dei risultati delle analisi delle acque di balneazione”.

I RISULTATI DELLE ANALISI DI GOLETTA VERDE 2007
PROVINCIA COMUNE LOCALITÀ PUNTO DI PRELIEVO GIUDIZIO
Genova Varazze Bagni Nautilus *
Genova Genova Quarto Bagni Monumento *
Genova Camogli Spiaggia centro *
Genova S. Margherita Ligure Paraggi Bagni Paraggi *
Genova Rapallo Bagni Porticciolo **
Genova Lavagna Cavi Spiaggia libera *
Genova Sestri Levante Bagni Nettuno *
Imperia Cervo Camping Miramare *
Imperia Diano Marina Bagni Delfino2 *
Imperia Ventimiglia Bagni San Giuseppe *
Imperia Camporosso Mare Spiaggia libera *
Imperia Bordighera Staz. FFSS- dx Lido Corallo *
Imperia Sanremo Bagni Comunali Imperatrice *
Imperia Taggia Bagni Annunziata *
Savona Alassio Bagni Molo *
Savona Loano Bagni Saitta *
Savona Noli Ligure Bagni Vittoria *
Savona Savona Bagni Il Corsaro *
Savona Albisola Mare Tra stabilimento La Flaca e Acqua Limpida *
Savona Celle Ligure Spiaggia centrale fronte stabilimento Stella del Sud *
PUNTI DI PRELIEVO: FOCI DEI FIUMI
Genova Bogliasco Foce Rio Poggio **

Genova Chiavari Foce Entella ****
Imperia Ventimiglia Foce Roja **
Imperia Imperia Lido Foce Rio S.Lucia ****
Savona Albenga Foce Centa ****

LEGENDA
* NON INQUINATO = tutti i parametri DPR 470/82 entro i limiti e Escherichia Coli compreso tra 250 e 500 ufc/100 ml
** LEGGERMENTE INQUINATO = almeno 1 parametro DPR 470/82 fuori dai limiti e/o Escherichia Coli > di 500 ufc/100 ml
*** INQUINATO = 1 o più parametri DPR 470/82 oltre 5 volte superiore rispetto al limite e/o Escherichia Coli >di 500 ufc/100 ml
**** FORTEMENTE INQUINATO = 1o più parametri DPR 470/82almeno 10 volte superiori ai limiti e/o Escherichia Coli > 500 ufc/100 ml.
Limiti Dpr 470/82
Coliformi fecali: 100 Unità Formanti Colonia in 100 millilitri (100 Ufc/100 ml), Streptococchi fecali alias Enterococchi intestinali: 100 Unità Formanti Colonia in 100 millilitri
(100 Ufc/100 ml), Ossigeno disciolto, % di saturazione : 70-120.
Limiti per Escherichia Coli proposti dalla nuova direttiva europea sulle acque di balneazione (2006/7/CE)*
*=Con valori superiori a 500 UFC/100 ml il giudizio è di acque di scarsa qualità.

www.legambiente.it